• Articolo Houston, 5 febbraio 2013
  • Sarà in Kapton, una pellicola spessa solo 5 micron

    La mega vela solare della Nasa in volo nel 2014

  • La NASA sta collaborando con la californiana Gard per concretizzare il progetto Sunjammer e lanciare nello spazio una vela solare di oltre un chilometro quadrato di superfice

(Rinnovabili.it) – La più grande vela solare mai costruita è pronta sulla rampa di lancio per essere spedita in missione il prossimo anno. La NASA, che al programma sta dedicando ormai anni della sua attività di ricerca, ha ribattezzato il progetto  Sunjammer in onore all’omonima opera letteraria di Arthur C. Clarke, l’autore del celebre romanzo Odissea nello Spazio, in cui coniò il termine “solar sailing”.  Una volta in orbita Sunjammer avrà il compito di dimostrare la validità della propulsione “fotonica”, ovvero il movimento eseguito dalla sola spinta dei fotoni della luce solare sulla speciale superficie della vela. L’idea è già stata testata in questi anni da Nanosail-D e da IKAROS Solar, ma in questo caso il progetto rappresenta un vero e proprio gigante dello spazio: la vela misurerà 38 metri di larghezza sul lato più lungo e la sua superficie sarà di oltre un chilometro quadrato; in altre parole circa un quarto delle dimensioni di un campo di calcio, con la capacità di produrre una spinta di circa 0,01 newton, il peso di una zolletta di zucchero.

 

La solar sailing sarà realizzata in Kapton, una pellicola super-sottile (solo 5 micron di spessore) sviluppata dalla americana DuPont, e oggi impiegata su un’ampia varietà di prodotti, dalle tute spaziali ai circuiti flessibili. Sette volte più grande di qualsiasi vela solare mai testata nello spazio fino ad oggi, la struttura una volta chiusa avrà, infatti, le stesse dimensioni di una lavastoviglie una lavastoviglie e un peso di soli 32 chili. Nell’impresa la NASA ha coinvolto la  Gard, società californiana attiva nel campo della costruzione di innovative strutture spaziali e che si occuperà di produrre e assemblare le diverse componenti.