• Articolo Parigi, 21 marzo 2012
  • Parigi lancia la roadmap dell’energia marina

    Elettricità dalla Manica nei piani energetici francesi

  • Le potenti correnti del Raz Blanchard saranno oggetto di gara tra due anni. Ad annunciarlo il ministro dell’industria Eric Besson

(Rinnovabili.it) – Il ministro dell’Energia e Industria, Eric Besson, ha inaugurato la roadmap governativa per sostenere lo sviluppo dell’energia marina francese. A costituire il primo tassello del nuovo programma energetico sarà una gara d’appalto per l’istallazione di un centinaio di idro-turbine al largo delle coste della Normandia. L’obiettivo di Parigi è poter sfoderare in pochi anni una vera e propria supremazia in ambito di sfruttamento dell’energia marina. Da questo punto di vista, la Francia può contare su un vantaggio naturale: il Raz Blanchard, uno delle più forti correnti oceaniche in Europa (può arrivare fino a 12 nodi), scorre esattamente tra la Bassa Normandia e l’Isola del Canale di Alderney.

Il ministro ha promesso che la prima offerta commerciale sarà presentata ne giro di due anni, tempo necessario per completare i test che dovrebbe consentire le valutazioni di sicurezza del progetto e definire le possibili aree per l’installazione degli impianti. Le prime quattro turbine sperimentali saranno collegate alla terra ferma questa estate per essere rese operative nel 2013. Due megawatt per alimentare elettricamente 2mila abitazioni l’anno.

La domanda di interesse sarà pubblicata entro la fine di aprile invitando le imprese a “fornire soluzioni tecniche e schemi finanziari”, ha dichiarato Besson. L’obiettivo della gara sarà quello di installare almeno 300 dispositivi. “In totale, il potenziale del Raz Blanchard è di quasi 5 GW, pari ad un totale di 2.500 turbine,” afferma Patrick Boissier, Amministratore Delegato della società DCNS.