• Articolo Edimburgo, 22 dicembre 2016
  • Energia dalle maree, MeyGen è pronto diventare grande

  • Il progetto scozzese passa alla seconda fase: turbine sottomarine più grandi ed efficienti e nuove fondamenta. A regime sarà l impianto più grande al mondo

 

 Energia dalle maree, MeyGen è pronto diventare grande

 

(Rinnovabili.it) – Nel 2010, il Crown Estate ha stipulato un contratto di locazione con la MeyGen Limited, concedendo alla società la possibilità di sviluppare uno dei primi progetti commerciali di energia dalle maree. 398 MW di potenza da realizzare in fondo al mare, in un sito tra la costa nord della Scozia e l’isola di Stroma. L’area si estende su 3,5 km di mare che comprendono alcune delle correnti più forti del Regno Unito.

 

Tuttavia, a sei anni di distanza, MeyGen è ancora lontana dall’obiettivo finale. Il motivo è facilmente comprensibile data l’immatura tecnologica di questi impianti. Ma Atlantis Resources, l’azienda che materialmente occupa i posti societari di MeyGen, rassicura sul perfetto tempismo del programma di sviluppo.

Il progetto ha da poco raccolto i risultati della prima fase. Sono state installate quattro turbine sottomarine da 1,5 MW ciascuna, su strutture di supporto a gravità. Ogni unità è stata dotata di un cavo ha un cavo posato direttamente sul fondo del mare che arriva fino a riva tramite un pozzo orizzontale perforato all’interno della roccia litorale. Gli ingegneri hanno valutato sfide e problemi inerenti a costruzione, installazione, funzionamento e manutenzione degli impianti.

 

I buoni progressi di questa prima fase – l’impianto ha prodotto energia elettrica sufficiente per alimentare 2.600 case – hanno aperto la strada alla seconda. Atlantis ha confermato la sua decisione di investire nella Phase 1B a seguito di una procedura di gara competitiva per i contratti di costruzione. Nel 2017 MeyGen amplierà dimensioni ed efficienze delle sue turbine, passando dalle fondamenta gravitazionali a quelle assicurate al fondale. “Le lezioni che abbiamo imparato dalla fase 1A – ha dichiarato Tim Cornelius, CEO di Atlantis – e la fiducia che ha dato a noi e alla nostra supply chain, ci permettono di offrire miglioramenti e perfezionamenti significativi nella prossima fase. Riteniamo che questi miglioramenti produrranno più elettricità per ogni nuovo investimento fatto e rappresenteranno un passo materiale verso il basso per la nostra curva di riduzione dei costi”.

Una volta completato, MeyGen sarà l’impianto di sfruttamento dell’energia delle maree più grande al mondo.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *