• Articolo Bruxelles, 22 gennaio 2019
  • Innovazione: 128 mln per sviluppare le fattorie energetiche oceaniche

  • Lanciato il nuovo progetto Interreg NWE, Ocean DEMO: faciliterà la dimostrazione tecnica delle centrali marine multi macchina

fattorie energetiche oceaniche

 

Una nuova iniziativa europea, dedicata alle fattorie energetiche oceaniche, faciliterà il passaggio dei progetti dal laboratorio al mercato

(Rinnovabili.it) – L’Europa è stata la prima potenza mondiale a scommettere sulle potenzialità delle fattorie energetiche oceaniche, centrali offshore in grado di sfruttare l’energia marina per produrre elettricità. Tuttavia, nonostante l’anticipazione dei tempi, molti dei progetti presentati sono ancora chiusi in laboratorio. Per accelerare il passaggio dalla fase di concept a quella di soluzione commerciale è stato lanciato oggi il progetto Ocean DEMO. L’iniziativa, supportata dal programma per la cooperazione transnazionale nell’Europa nord-occidentale Interreg NWE, ha ricevuto un finanziamento di ben 128 milioni di euro. Le risorse assegnate serviranno a sostenere economicamente gli sviluppatori di tecnologie marine rinnovabili nella fase di test dei loro prodotti in condizioni ambientali reali.

 

>>leggi anche Mercato dell’energia marina, l’Europa studia il futuro<<

 

Nello specifico, Ocean DEMO si rivolge alle installazioni multi-macchina per lo sfruttamento dell’energia legata al moto marino. Attraverso una serie di bandi, consentirà agli sviluppatori di avvicinarsi al mercato dimostrando le loro tecnologie a piena scala commerciale, fornendo accesso gratuito alla rete di centri di test in mare aperto: dal britannico EMEC – European Marine Energy Centre all’olandese DMEC – Dutch Marine Energy Center passando per Site d’Expérimentation en Mer pour la Récupération de l’Énergie des Vagues, in Francia, e lo SmartBay in Irlanda

 

“Il passaggio da una singola macchina alla fase pilota è fondamentale per il futuro del settore energetico oceanico. Il ridimensionamento delle fattorie energetiche multi-dispositivo migliorerà la competitività della tecnologia riducendo i costi lungo tutta la catena di approvvigionamento. Questa transizione comporta requisiti di capitale più elevati e gli investitori richiedono un caso aziendale comprovato prima di essere ulteriormente coinvolti”, si legge in una nota stampa.

 

Ocean DEMO fa seguito al progetto FORESEA, il cui impegno si concentrava invece sulle singole macchine e che ha portato a tecnologie come quella di Orbital Marine Power (oltre 3 GWh di elettricità prodotta in un anno).

 

>>leggi anche ENEA lancia l’hub italiano dell’energia marina<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *