• Articolo Swansea, 2 luglio 2013
  • Un progetto unico al mondo

    Il Galles del sud studia lo sfruttamento delle maree

  • Produrre energia dalle maree. Questo il cuore del progetto di sfruttamento dell’energia marina da 650 MW che dovrebbe essere realizzato a largo delle coste sud del Galles

Progetto di sfruttamento delle maree

(Rinnovabili.it) –  I progetti energetici per la costa del Galles del Sud fanno sperare in una vera rivoluzione. I piani pensano alla costruzione di una centrale elettrica con una potenza di 250 MW in grado di sfruttare il dislivello delle maree della laguna per la produzione di energia elettrica.

La Tidal Lagoon Power (TGP) ha confermato ieri di aver schierato una delle sue società, la Costain Infrastructure per la realizzazione di una serie di lagune per lo sfruttamento delle maree nella Swansea Bay.

 

Se realizzato il progetto, del valore di 650 milioni di sterline, otterrebbe il primato come unico impianto di sfruttamento delle maree realizzato in una laguna. Nelle speranze dei partner del progetto la messa in funzione della centrale entro il 2017, forti della firma apposta dalla Atkins e dalla Van Oord che questa settimana daranno inizio ai lavori di ingegneria.

Darren James, amministratore delegato di Costain Infrastrutture, ha detto che il gigantesco progetto potrebbe potenzialmente fornire energia elettrica sufficiente per tutte le case della città di Swansea. “È importante sottolineare che la centrale da 250 MW proposta farà risparmiare più di 200.000 tonnellate di CO2 all’anno per tutta la vita del progetto, stimata in oltre 100 anni”, ha aggiunto. “Questo progetto dà al Galles una significativa opportunità di prendere l’iniziativa nel settore dello sfruttamento delle maree nel Regno Unito e non vediamo l’ora di lavorare con il team per sviluppare quello che si spera possa essere una rete di lagune intorno alla costa del Regno Unito”.