• Articolo Sidney, 27 luglio 2012
  • L'analisi del CSIRO

    Nel futuro dell’Australia un “mare di energia”

  • Le onde dell’Oceano sono in grado di fornire fino al 11 per cento dell’energia elettrica necessaria al Paese entro il 2050

(Rinnovabili.it) – Nella strategia energetica dell’Australia un ruolo fondamentale potrebbe presto ricoprirlo l’energia marina. Uno studio redatto dal CSIRO ha scoperto che le onde dell’Oceano potrebbe fornire circa l’11 per cento di energia elettrica alla Nazione entro il 2050. Ciò equivale ad alimentare una città delle dimensioni di Melbourne.

Dato il potenziale di energia marina e il fatto che si tratta ancora di una tecnologia molto nuova, CSIRO ha voluto capire qual è il livello sostenibile a cui questa risorsa potrebbe essere utilizzata per l’approvvigionamento energetico e se si possa essere competitivi con altre tecnologie per la produzione elettrica”, ha commentato Ian Cresswell, direttore della sezione Wealth from Oceans Flagship  del CSIRO Mr Cresswell ha detto. “Valutarne le opportunità e le sfide, dalle risorse al mercato, è il primo passo da compiere”.

Il rapporto, intitolato Energia Rinnovabile dell’Oceano: 2015-2050, individua le aree in cui è maggiore il vantaggio ottenibile dallo sfruttamento di onde e maree – secondo i ricercatori le maggiori potenzialità si trovano a livello della costa meridionale ed in parte di quella orientale – ma soprattutto inquadra nel possibile sforzo nazionale le possibili sfide economiche, tecnologiche, ambientali e sociali del comparto.