• Articolo Tokyo, 5 ottobre 2012
  • Una comunicazione del ministro dell'Economia giapponese

    Nucleare: il Giappone pondera il riavvio delle centrali

  • Il Ministro dell’Economia sta valutando la riaccensione dei reattori nucleari, ma per la riattivazione è necessario un sì dall’alto

(Rinnovabili.it) – Il ministro dell’Economia giapponese, Seiji Maehara, ha comunicato stamane che i reattori nucleari potranno essere riavviati nel caso in cui l’Authority li dovesse ritenere nuovamente sicuri. Il ministero dell’Economia, che ha portato all’attenzione la questione energetica, ha per questo fatto notare che è stata approvata una legge a supporto del regolatore per la riattivazione dei reattori nucleari. Le centrali spente rappresentano, infatti, secondo il ministro, una fonte di produzione di energia elettrica che la popolazione però, a seguito del disastro di Fukushima, non vuole più sfruttare. “Se la sicurezza venisse accertata, tali reattori sarebbero considerati come una fonte di energia importante” ha dichiarato Maehara in una conferenza stampa.

 

Dobbiamo fare affidamento sul nucleare come opzione energetica per il momento” ha dichiarato il ministro ricordando però che le procedure per il riavvio rimangono al momento ancora poco chiare. Il nuovo Watchdog nucleare, il Nuclear Regulation Authority (NRA) ha subito precisato di non detenere la responsabilità ultima di autorizzare il riavvio dei reattori, ma che si occupa esclusivamente di sicurezza. Tutti i 50 reattori commerciali che operavano in Giappone sono stati  disattivati per la necessità di effettuare controlli di sicurezza dopo il terremoto e lo tsunami che hanno causato crolli presso l’impianto di Fukushima Daiichi, protagonisti di uno dei peggiori incidenti nucleari degli ultimi 25 anni. Due unità sono state collegate alla linea dopo aver ricevuto l’approvazione di organismi di regolamentazione, ma la decisione finale sulla procedura di riavvio è stata presa dal primo ministro Yoshihiko Noda e da tre altri ministri per far fronte alla carenza energetica estiva.

Eventuali riavvii, è stato infine annunciato, non avverranno comunque prima del prossimo anno.