• Articolo Washington DC, 9 febbraio 2012
  • Nell'ambito del SunShot program

    Per gli States è ancora tempo di solare

  • Dal Doe 12 mln per sostenere progetti innovativi nel settore dell’energia solare, volti ad intensificarne la produzione e la distribuzione su larga scala

(Rinnovabili.it) – I recenti fallimenti di alcune delle compagnie solari maggiormente supportate dal governo non ha spavento l’amministrazione Obama. Il segretario del Dipartimento dell’energia statunitense (DOE), Steven Chu, ha infatti annunciato ieri una nuova tranche di finanziamenti, per il valore complessivo di 12 milioni di dollari, da destinare al settore solare nazionale ed in particolar modo alla realizzazione di progetti innovativi sul territorio stelle e strisce. L’iniziativa, parte del programma SunShot del DOE, si proponedi sostenere i progressi tecnologici e l’innovazione statunitense del settore, con particolare riguardo alla riduzione dei costi ed allo sviluppo di progetti pilota. A partire dal 2007, grazie al SunShot, il DOE ha investito circa 60 milioni di dollari, e quasi 40 aziende hanno potuto beneficiare di tali finanziamenti, tra cui la Colorado-based PrimeStar.

Il finanziamento, annunciato ieri, sarà rivolto al sostentamento dello sviluppo di progetti innovativi – hardware e non-hardware – nei settori del fotovoltaico e del solare a concentrazione, sostenendo tutte le fasi, da quella di progettazione a quella di autorizzazione, ispezione e dimostrazione. Obiettivo ultimo, ridurre i tempi di transizione della realizzazione dei prototipi in laboratorio alla produzione e distribuzione su larga scala. “Gli investimenti nel settore energetico americano sono elementi critici per un’economia duratura nel tempo”, ha dichiarato il segretario Chu. “Il programma SunShot favorisce le imprese innovative di piccole dimensioni che presenteranno progressi tecnologici più rapidamente al mercato, divenendo pionieri di una nuova era nel settore dell’energia statunitense”.