• Articolo Marche, 16 settembre 2011
  • Percorsi virtuosi verso la sostenibilità energetica

  • Modena ha illustrato l’esperienza maturata con ‘ELENA’, lo strumento finanziariopromosso dalla BEI

Raggiungere gli obiettivi energetici fissati dalla direttiva europea, denominata ’20-20-20’, puntando sull’aumento dell’efficienza energetica e su una maggiore produzione di energie rinnovabili: un impegno della Comunita` europea e un’opportunita` per intraprendere un percorso virtuoso verso la sostenibilita` energetica, per creare sviluppo e crescita di Comuni ed enti pubblici della Regione. Questa la tematica sviluppata nel corso del seminario dal titolo `Gli Strumenti Finanziari a supporto degli Enti Locali negli investimenti in ambito energetico’ organizzato da Svim (Sviluppo Marche S.p.A). L’incontro – che ha visto una numerosa e qualificata presenza di Enti e Comuni della SEC (Sustainable Energy Community) della Regione Marche, con il supporto dell’Assessorato regionale all’Ambiente e Energia – rientra nel progetto City_SEC ‘Regional development agencies and regional energy agencies supporting muniCIpaliTY_SEC to jointly become active energy actors in Europe’, di cui SVIM e` coordinatore, finanziato dal Programma ‘EIE – Energia Intelligente per l’Europa. E’ per favorire il raggiungimento dei target europei che la Commissione Europea, in sinergia con altri enti ed istituti di credito come la Banca Europea per gli Investimenti, la Deutsche Bank e la Cassa Depositi e Prestiti, sta lanciando una serie di innovativi strumenti finanziari rivolti a Comuni ed enti pubblici destinati a promuovere interventi per l’efficienza energetica. Nel corso del seminario, l’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile di Modena ha illustrato l’esperienza maturata con lo strumento finanziario ‘ELENA’, promosso dalla BEI in partecipazione con il programma EIE. A seguire, l’intervento della Cassa Depositi e Prestiti, per presentare il ‘Fondo Kyoto’, destinato al finanziamento delle misure di riduzione delle emissioni clima intraprese anche da soggetti pubblici, il gruppo Deutsche Bank, che ha parlato del fondo lanciato lo scorso luglio ‘European Energy Efficient Found’ nell’ambito del Programma Energetico Europeo per la Ripresa (EEPR). Infine la societa` Energy Resources SpA ha presentato il ruolo della propria ESCO per supportare la realizzazione di opere di miglioramento energetico nelle pubbliche amministrazioni.