• Articolo Chandigarh, 10 agosto 2012
  • Mire energetiche

    Punjab: 1 GW di elettricità pulita entro il 2017

  • Lo stato nord-occidentale dell’India prepara un pacchetto di misure per favorire gli investimenti nelle energie rinnovabili del territorio. Previsti sgravi fiscali e facilitazioni burocratiche

(Rinnovabili.it) –  Nel tentativo di ridurre il carico sulle fonti energetiche convenzionali, il governo indiano del Punjab ha annunciato ieri un nuovo pacchetto di aiuti dedicato a quanti decideranno di investire nelle energie rinnovabili del territorio. La misura, che è parte integrante della nuova politica verde dello stato, è stata presentata al pubblico dal ministro regionale per l’energia Majithia Bikram Singh che in conferenza stampa ha spiegato le prossime mosse del Governo statale.

Nel dettaglio, l’amministrazione concederà uno sgravio di oltre il 50% sulle tasse pagate al servizio elettrico per l’energia utilizzata durante il periodo di costruzione e un’esenzione fiscale del 100% per lo sviluppatore del progetto oltre ad un regime di franchigia per l’IVA sulle attrezzature utilizzate. Il ministro ha annunciato inoltre l’intenzione del Governo di rendere disponibile la terra di proprietà statale per l’installazione degli impianti rinnovabili, affittandola agli operatori per un periodo di tempo intorno ai 38 anni senza alcuna commissione; ha aggiunto infine che i progetti di impianti fotovoltaici con una potenza inferiore ai 5 MW saranno esentati dalla necessità di ottenere un “No objection certificate”, ovvero l’autorizzazione standard concessa dalle autorità. L’obiettivo è quello di raggiungere entro il 2017, una capacità di produzione “green” di 1 GW.