• Articolo Isernia, 4 novembre 2011
  • L’opera sarà realizzata dall’Enel e rientra in un piano decennale di ristrutturazione dell’intera rete di distribuzione italiana

    Al via la prima smart grid ‘made in Italy’

  • L’impianto pilota verrà costruito nei pressi di Isernia e avrà un investimento complessivo di 10 milioni di euro

(Rinnovabili.it) – Via libera alla realizzazione della prima smart grid in Italia – a riferirlo è un comunicato lanciato oggi da Enel Distribuzione, nel quale si evince l’impegno dell’azienda ad avviare nei pressi di Isernia, un ‘infrastruttura intelligente’ in grado di supportare le fluttuazioni di corrente nella rete di distribuzione dell’area molisana, (dovute in larga parte alla crescente integrazione delle FER nel sistema di produzione elettrica).

L’impianto pilota, (tra i primi ad essere costruite al livello europeo), avrà un investimento complessivo di 10 milioni di euro, e permetterà successivamente di “regolare in modo ottimale il flusso bidirezionale di energia elettrica dovuto alla produzione da fonti rinnovabili sulle reti di bassa e media tensione, abilitando nuovi usi dell’energia”. L’installazione ‘di prova’ comprenderà nello specifico dei sistemi di previsione sulla produzione di energia da fonti rinnovabili, i sensori per il monitoraggio avanzato delle grandezze elettriche di rete, uno ‘storage’ basato sulla tecnologia delle batterie agli ioni di litio per la modulazione dei flussi di energia ed infine, le colonnine per la ricarica delle vetture elettriche. L’Enel ha inoltre previsto un piano decennale di ristrutturazione dell’intera rete di distribuzione italiana (oltre 1 milione di chilometri) coordinato con i programmi per la diffusione delle Smart Grids avviato dalla Commissione Europea.