• Articolo Bologna, 15 luglio 2016
  • GRID4EU: l’Emilia Romagna ha testato le reti intelligenti di domani

  • Conclusa in provincia di Forlì-Cesena l’iniziativa sperimentale di Enel per testare nuove tecnologie applicate al controllo delle rete elettrica

GRID4EU: l’Emilia Romagna ha testato le reti intelligenti di domani

 

(Rinnovabili.it) – Mettere alla prova il potenziale delle smart grid in settori quali l’integrazione delle energie rinnovabili, lo sviluppo dei veicoli elettrici, l’automazione dell’infrastruttura di distribuzione, l’immagazzinamento di energia e la riduzione del carico. Questo l’obiettivo con cui è partito a novembre del 2011 il progetto europeo GRID4EU. L’iniziativa – portata avanti da 27 partner tra utility, fornitori di energia e istituti di ricerca – ha selezionato 6 località europee dove per realizzare reti di distribuzioni elettriche intelligenti.

 

E una di queste realtà si trova in Emilia-Romagna, a Mercato Saraceno in provincia di Forlì-Cesena, zona scelta per la forte presenza di energia da fonti rinnovali. I lavori del progetto dimostrativo hanno L’impianto sperimentale – realizzato da E-distribuzione, società del Gruppo Enel – ha interessato due cabine primarie di trasformazione di alta tensione/media tensione (132.000 /15.000 Volt), 20 linee a 15.000 Volt e circa 100 Cabine secondarie di trasformazione media/bassa tensione da esse alimentate e che percorrono la direttrice della E45 partendo da Cesena, sino alle zone più alte dell’Appennino.

 

Nello specifico le due Cabine primarie sono state equipaggiate con un sistema di controllo e monitoraggio avanzato della rete di media tensione che comunica in tempo reale con i generatori di media tensione, con un sistema di storage agli ionio di litio da 1MVA e con le cabine secondarie. Inoltre è stato realizzato un sistema di comunicazione “always on” che connette tutti i nodi rilevanti della rete elettrica basato su tecnologie wireless di quarta generazione (LTE-long term evolution). E già in questa fase sperimentale  – fa sapere la Regione – sono più di 35 mila clienti di bassa tensione che hanno ottenuto benefici concreti in termini di stabilità della rete nella realizzazione del dimostrativo ma anche connessioni al web molto più rapide e performanti.

 

È motivo di soddisfazione– ha sottolineato l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi – il fatto che questo progetto sia stato realizzato nel nostro territorio. La promozione di misure tese a favorire l’applicazione di soluzioni industriali per la più razionale ed efficiente produzione, distribuzione e stoccaggio di energia nelle smart grid fa parte del Protocollo che la Regione ha firmato con Enel nell’ambito delle azioni previste nel Piano energetico regionale, basato sull’idea della transizione verso una low carbon economy e su un approccio integrato che tiene insieme la sostenibilità energetica; economia e competitività del territorio”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *