• Articolo Roma, 18 dicembre 2014
  • In collaborazione con Selex e partner europei e israeliani

    Infrastrutture critiche, da Enea progetto per la sicurezza delle reti

  • La nuova iniziativa mira a rafforzare la capacità di risposta delle reti di trasmissione alle criticità provocate da eventi  naturali, da guasti, errori umani o cyber attacchi

Infrastrutture critiche, da Enea progetto per la sicurezza delle reti(Rinnovabili.it) – Il cambiamento climatico sta regalando vere e proprie sfide alla nostre infrastrutture energetiche e di comunicazione. Per essere pronti a tutti gli imprevisti del clima impazzito ma anche a quelli legati a malfunzionamenti tecnici e, perché no, ad attacchi hacker, è nato un progetto ad hoc che riunisce istituti di ricerca, università e gestori di rete a livello internazionale. L’obiettivo? Rafforzare la sicurezza delle reti e la capacità di risposta delle infrastrutture elettriche, del gas o di telecomunicazione alle criticità dettate  da eventi  naturali, da guasti  o interventi umani.

I risultati dell’iniziativa sono stati presentati in un workshop Roma organizzato dall’ENEA, partner italiano assieme a SELEX del Gruppo Finmeccanica. “A fronte di evento naturale avverso, di guasti o anche di attacchi informatici, il buon funzionamento e la capacità di gestione dell’evento sono fondamentali per non mandare in tilt tutto il sistema. Inoltre, l’ingente produzione da  fonti rinnovabili e l’evoluzione verso le smart grids rendono  più ‘vulnerabile’  il sistema.  Da qui  –spiega il ricercatore ENEA Michele Minichino–  l’importanza di sistemi avanzati per ridurre i rischi e ottimizzare l’efficienza delle reti e degli SCADA (Supervision And Data Acquisition)  che sono il ‘sistema nervoso’ delle infrastrutture”.

 

Nel dettaglio l’agenzia italiana sta realizzando un centro  di simulazione distribuito tra la Casaccia, Palermo e Bari dove saranno eseguiti  scenari  di pianificazione e di esercizio di reti elettriche attive con generazione distribuita e sistemi di accumulo. Nella sperimentazione faranno capolino anche  le reti idriche e quelle del gas. Il modello sviluppato dall’Enea permette il rilevamento precoce, l’analisi e la mitigazione degli attacchi informatici al fine di migliorare l’efficienza, la resilienza, mitigando disastrosi effetti domino.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *