• Articolo Barcellona, 3 novembre 2011
  • Un progetto firmato Endesa

    Per Barcellona una smart grid da 100 mln di euro

  • Contatori intelligenti, micro-grid e una rete di infrastrutture di ricarica per le e-car cambieranno il volto del capoluogo della Catalogna

(Rinnovabili.it) – Barcellona è pronta ad entrare nell’era delle smart cities e a farlo dalla porta principale. La multinazionale spagnola Endesa ha annunciato di aver iniziato a lavorare su un “progetto di modernizzazione energetica” completamente dedicato al capoluogo della Catalogna. L’iniziativa ha come obiettivo la realizzare di una rete intelligente che consenta un maggiore risparmio e una gestione efficiente e sostenibile dei fabbisogni elettrici urbani. Il piano, che ha ricevuto il pieno sostegno del Comitato di pianificazione urbanistica del Comune, coinvolge diverse aziende di tecnologie energetiche al fine di stabilire un nuovo modello di alimentazione che si adatti meglio alle esigenze attuali e future della società, alla ricerca di una maggiore efficienza energetica e di uno sviluppo più sostenibile.

Endesa applicherà nuove tecnologie di distribuzione energetica già ampiamente utilizzate da Enel in Italia e specificamente progettate per questo scopo. Innanzitutto la società installerà oltre un milione di nuovi contatori intelligenti d’avanguardia in tutta la città offrendo ai clienti una maggiore conoscenza dei consumi e permettendo loro di ottimizzare risparmi. Il progetto, che richiederà due fasi distinte d’attuazione e 100 milioni di euro di investimento, fa parte di un piano più ampio che prevede l’implementazione di un sistema di mobilità elettrica, l’introduzione di nuovi impianti d’illuminazione pubblica e microgrid e sistemi di stoccaggio delle energie rinnovabili per gli edifici cittadini. Nella prima fase queste riqualificazioni andranno a diretto beneficio di 50.000 abitanti.