• Articolo Roma, 12 ottobre 2011
  • Un accordo firmato per lo sviluppo della mobilità elettrica

    Roma: Acea e Toshiba insieme per la smart grid di Malagrotta

  • Fotovoltaico e biomassa alimenteranno il nuovo impianto, realizzato per favorire lo sviluppo della mobilità elettrica nella capitale

(Rinnovabili.it) – Toshiba fornirà la tecnologia e ACEA creerà una rete di stazioni per auto elettriche nella città di Roma. Questo il succo dell’accordo tra la società giapponese, per la precisione per la controllata italiana Ansaldo, e il distributore di energia italiano con l’obiettivo di realizzare una smart grid in grado da fare da supporto allo sviluppo della mobilità a basso impatto ambientale.

Il contratto prevede che l’ACEA fornisca sistemi per la generazione di energia fotovoltaica per un totale di 10 kW di potenza istallata oltre a batterie a ricarica rapida da 45 kW, caricatori per veicoli elettrici e un sistema di monitoraggio e controllo.  Toshiba ha invece precisato che l’impianto verrà costruito a partire da dicembre presso la sottostazione della Raffineria ACEA e, una volta attivato, offrirà una gamma completa di servizi per la generazione, l’immagazzinamento e la distribuzione di energia prodotta da fonte rinnovabile per la ricarica degli EV, che così potranno rappresentare una vera eccellenza green nella capitale.

L’accordo, presentato a Milano in occasione dell’Italian Energy Summit, verrà localizzato nell’area romana di Malagrotta-Ponte Galeria per un costo complessivo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 5 milioni di euro; i fondi saranno impiegati per sviluppare e ottimizzare la rete di distribuzione al fine di ottenere un servizio affidabile e costante in grado di produrre energia sfruttando impianti fotovoltaici e biomassa.