• Articolo Ittigen, 20 dicembre 2012
  • Necessaria una buona pianificazione territoriale e la collaborazione tra Regioni e Cantoni

    Svizzera: la strada verso lo sviluppo delle FER

  • Nel bollettino di informazione “Forum sviluppo territoriale” si spiega come la nuova strategia energetica intrapresa condurrà la Confederazione verso lo sviluppo sostenibile

(Rinnovabili.it) – La Strategia energetica 2050 della Svizzera sarà collocata nell’ambito di uno sviluppo territoriale sostenibile. A illustrare come è il bollettino di informazione “Forum sviluppo territoriale”, pubblicato ieri dal Consiglio Federale, nel quale viene illustrata la nuova politica elvetica in materia di energia. In seguito alla decisione di abbandonare l’atomo infatti, la strategia energetica prevede, da una parte l’ottimizzazione del rendimento elettrico, dall’altra investimenti consistenti nel settore delle rinnovabili. Su questo secondo punto, in particolare, l’obiettivo è quello di chiarire in che modo sia possibile coprire il fabbisogno energetico della Svizzera senza compromettere la sostenibilità dello sviluppo territoriale ed è per questo che viene chiesta la collaborazione di tutti i soggetti interessati.

 

Di sicuro la pianificazione territoriale riveste un ruolo importante, non solo relativamente al potenziamento delle reti di distribuzione per gli impianti che producono energia pulita in modo decentrato, ma anche nel caso di nuovi impianti, come le centrali a gas o gli impianti a cogenerazione. Affinché venga arginato qualsiasi tentativo di speculazione e sia possibile attuare in modo efficace la nuova politica energetica intrapresa dalla Confederazione, è necessario che vengano minimizzati i danni collaterali sul piano sociale ed ecologico e che Regioni e Cantoni operino congiuntamente al raggiungimento dell’obiettivo.