• Articolo Tampere, 1 ottobre 2015
  • Forni solari, con la guida di GoSol lo costruisci da solo

  • Il manuale d’istruzioni – scaricabile gratuitamente on line – contiene tutte le informazioni necessarie per costruire un concentratore solare da 0,5 kW

Forni solari, con la guida di GoSol lo costruisci da solo

 

(Rinnovabili.it) – Sradicare la povertà energetica e ridurre al minimo i danni del cambiamento climatico. Questa la mission di GoSol.org, che piattaforma da anni lavora attivamente con società, ONG e privati a livello  mondiale per rendere l’energia solare disponibile a tutti, soprattutto alle piccole e medie industrie dei paesi emergenti. E lo strumento per attuare tutto ciò sono i forni solari, dispositivi in grado di concentrare la luce del sole ed utilizzarla per fini alimentari.

 

Gestita dalla società finlandese Solar Fire Concentration Oy, GoSol.org offre alle comunità off grid un lavoro di progettazione e formazione, realizzando insieme a loro e con i materiali della zona la tecnologia necessaria  a costruire efficienti concentratori solari per la cottura, l’essiccazione o riscaldamento dell’acqua. Si è cominciato da Haiti dove nel 2004 è stata realizzata una panetteria solare, per poi proseguire con una friggitoria in Finlandia, un forno a Cuba e così via. Il 15 aprile di quest’anno è partita la campagna di crowfunding “Free the sun”, con cui GoSol.org ha già raccolto 26.500 dollari, raggiungendo gli obiettivi prepostosi: sviluppare nuove applicazioni valide sia a livello industriale che umanitario e pubblicare la prima guida open source per realizzare autonomamente il proprio forno solare.

Il manuale d’istruzioni per il dispositivo Sol1 contiene tutte le informazioni necessarie per costruire un concentratore solare da 0,5 kW con una superficie a specchio di circa 1 metro quadrato, e una spesa per i materiali calcolata tra i 79 e i 145 dollari (a seconda della località in cui ci si trova). Il design è abbastanza semplice: il telaio è realizzato con tubi di acciaio e raccordi in ferro, mentre le superfici riflettenti sono costituite da semplici specchi di uso comune. Il tempo di costruzione di Sol1 è stimato in una settimana.

 

“Siamo convinti che una massiccia ondata di imprenditorialità solare possa avere un impatto significativo su problemi quali deforestazione, cambiamenti climatici e povertà energetica. Grazie al supporto di oltre 100 costruttori, sostenitori e appassionati, siamo ora in grado di responsabilizzare gli imprenditori affinché seguano i nostri passi e realizzino il proprio accesso all’energia solare”, spiega Eva Wissenz, CEO di GoSol.org.

 

La guida è scaricabile in maniera gratuita dal sito web di Gosol.

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *