• Articolo Varsavia, 12 luglio 2012
  • Nel 2011 il Paese ha istallato 253.500 m2 di solare termico

    Polonia, leader UE dei collettori solari

  • I favorevoli incentivi statali hanno fatto sì che la nazione sia oggi il quarto paese europeo per vendite annuali e il primo in termini di crescita dinamica

(Rinnovabili.it) – Dov’è che il solare termico sta conquistando un favore sempre più vasto e una fetta di mercato progressivamente più ampia? Strano a dirsi ma se il metro di misura è l’Europa, va alla Polonia la palma per crescita annuale di capacità istallata. Nonostante la Repubblica goda di condizioni d’irraggiamento meno favorevoli rispetto a tanti altri paesi dell’Unione, i generosi incentivi elargiti da Varsavia sembrano aver conquistato gran parte della popolazione e portato il mercato nazionale dei collettori solari ad un valore di circa 120 milioni di euro. A confermare l’analisi già effettuata da ESTIF è oggi l’Istituto polacco per le Energie Rinnovabili che rivela come sostegno pubblico per l’installazione, che copre il 45% dell’investimento, abbia fatto crescere le vendite del solare termico 2011 del 73%, per un totale di 253.500 m2 e una capacità complessiva di 177,5 MW.

Grande risultato sebbene la nazione sia ancora all’inizio e possa contare ad oggi su un totale di soli 904.000 m2, pari a 633 MW. Ma c’è di più. La tecnologia solare, per capacità istallata sul territorio, ha quasi raggiunto quella eolica, prima fonte green del paese, rendendo la Polonia quarto paese europeo per vendite annuali e primo in termini di crescita dinamica. Attualmente nel Pese ci sono circa 70 aziende che producono e distribuiscono collettori solari e il settore dà lavoro a duemila piccole aziende di istallazione.