• Articolo Pollenza (MC), 2 agosto 2012
  • Con 30 MW di accumulo di potenza, coperti i fabbisogni di circa 40.000 famiglie

    Il termodinamico è pronto ad approdare in Sardegna

  • Grazie a un accordo tra la Archimede Solar Energy e la Fintel Energia Group Spa, la Regione sta valutando il progetto relativo alla costruzione di una centrale solare termodinamica nel sassarese

(Rinnovabili.it) – È ufficialmente partito l’iter autorizzativo che, una volta concluso, darà il via ai lavori per la realizzazione di una centrale elettrica a ciclo solare termodinamico a sali fusi in Sardegna. Il progetto, frutto dell’accordo dello scorso febbraio tra Archimede Solar Energy e Fintel Energia Group impiegherà esclusivamente la tecnologia italiana dei tubi ricevitori costruiti in esclusiva dalla Archimede Solar Energy su licenza ENEA.

Con un accumulo di potenza di 30 MW, una potenza termica di circa 100 MW e un sistema di accumulo di 7,5 ore, la centrale termodinamica sarà in grado di coprire il fabbisogno energetico di circa 40.000 (oltre ad apportare al territorio sardo anche i benefici indiretti legati alla crescita dell’occupazione). Attualmente il progetto ha richiesto al SAVI della Regione Sardegna l’assoggettabilità a screening di impatto ambientale, vale a dire una valutazione preliminare sull’impatto ambientale del progetto che, nel caso in cui la situazione lo richieda, può portare a una successiva valutazione di impatto ambientale.