• Articolo Parigi, 24 ottobre 2011
  • Lanciato un bando da 100 mln di euro

    Solare d’esportazione, così la Francia sostiene la filiera nazionale

  • Parigi supporterà la propria industria del solare finanziando i progetti più innovati realizzati nei paesi emergenti

(Rinnovabili.it) – Fotovoltaico, solare a concentrazione, termodinamico. Questi i tre assi nella manica del Ministero dell’Economia francese che ha lanciato un bando da 100 milioni di euro a favore dell’espansione alla filiera del solare transalpino oltre i confini nazionali. Attraverso un comunicato ufficiale da parte del Segretario di Stato Pierre Lellouche, il dicastero ha fatto sapere d’essere pronto a sostenere, attraverso la formula dei prestiti agevolati, i migliori progetti in ambito di fotovoltaico e solare termodinamico intrapresi dalle aziende francesi nei paesi in via di sviluppo. Le proposte che verranno selezionate dovranno rappresentare una vetrina d’eccellenza della tecnologia e del know-how della nazione e soddisfare alcuni criteri tecnici ed economici, come il costo di produzione e l’avanzamento tecnologico. Ai 100 milioni se ne aggiungeranno ulteriori 5 messi in bilancio per finanziare studi di fattibilità e progetti di ingegneria effettuati a monte. La dotazione finanziaria verrà dal pacchetto Fonds d’études et d’aide au secteur privé (Fasep) e dalla “riserva paesi emergenti”, entrambi gestiti dal Ministero dell’Economia. La scelta ha destato non pochi stupori, considerando la  più recente linea governativa in tema di energia solare. Parigi, al pari di altri paesi europei, ha deciso di ridurre gli incentivi governativi riducendo l’ambizione degli obiettivi di crescita per il mercato interno a soli 500 MW l’anno.