• Articolo Milano, 21 marzo 2019
  • Terna: investimenti record nelle reti per sostenere le rinnovabili

  • La società ha presentato oggi il Piano Strategico 2019-2023: sostenibilità, innovazione e digitalizzazione sono gli elementi chiave dello sviluppo presente e futuro

terna

Credit: Terna

 

Terna annuncia l’investimento di 6,2 miliardi di euro sulla rete elettrica nazionale

 

(Rinnovabili.it) – “Oltre 6 miliardi di euro per la rete elettrica italiana rappresentano l’impegno economico di Terna più alto di sempre, accompagnano il sistema elettrico verso la completa decarbonizzazione e favoriscono la piena integrazione in rete di energia da fonti rinnovabili”. Con queste parole Luigi Ferraris, a.d. e Direttore Generale di Terna, ha presentato oggi il nuovo Piano strategico 2019-2023 dell’azienda. Una cifra record, per stessa ammissione della società, che dovrà permettere al sistema elettrico nazionale di giocare un ruolo attivo nella transizione energetica. “Sostenibilità e dialogo con il territorio, innovazione e digitalizzazione, persone e know-how industriale, rappresentano gli elementi chiave del nostro sviluppo”, aggiunge Ferraris.

 

>>Leggi anche Energie rinnovabili, un +28% per le nuove installazioni italiane<<

 

Del totale stanziato, 3 miliardi sono stati destinati allo sviluppo della rete elettrica con interventi di rafforzamento per connessioni tra le zone di mercato e di razionalizzazione delle infrastrutture metropolitane. Nota bene: oltre il 60% delle nuove linee elettriche che entreranno in esercizio in questi cinque anni sarà ‘invisibile’, ossia realizzato tramite cavi interrati o sottomarino, con ridotto impatto ambientale.

Due miliardi di euro saranno dedicati ad attività di miglioramento della qualità del servizio, mentre la quota restante andrà al Piano di Difesa per la realizzazione e installazione di dispositivi finalizzati ad aumentare la sicurezza e la stabilità della rete.

 

Per ognuna di queste tre categorie di investimento, Terna riserverà circa 700 milioni di euro per digitalizzazione e innovazione.La variabilità della domanda – spiega la società in una nota stampa – e una sempre maggiore produzione da fonte rinnovabile non programmabile, infatti, necessitano di investimenti in innovazione e digitalizzazione, fondamentali per garantire una gestione sicura, efficiente e affidabile dei flussi di energia elettrica sulla rete”. In particolare, l’operatore nazionale prevede di sviluppare ulteriormente la propria fibra ottica con un programma mirato di  nuove installazioni e sistemi digitali per il controllo e la diagnostica delle infrastrutture di rete e dell’ambiente circostante, che saranno accompagnati da soluzioni innovative per il monitoraggio di elettrodotti e stazioni elettriche anche da remoto.

 

>leggi anchePovertà energetica, Italia al 22° posto in Europa<<

 

 

Leggi qui il Piano strategico 2019-2023 di Terna

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *