• Articolo Bruxelles, 30 novembre 2017
  • UE: prezzi elettricità, in Italia il calo più evidente

  • In calo le bollette europee per l’energia. La diminuzione più consistente? Quella nei costi dell’elettricità per le famiglie italiane

prezzi elettricità

 

Prezzi elettricità e gas, Eurostat presenta i dati 2017

(Rinnovabili.it) – Si alleggerisce il peso dell’energia per i consumatori europei. Lo rivela Eurostat, l’ufficio statistico dell’UE pubblicando i dati dei primi sei mesi del 2017. Il quadro che emerge è quello di un’Europa che cerca di mettere un freno al trend in salita che ha caratterizzato dal 2009 al 2015 il costo dell’elettricità per gli utenti finali. I prezzi sono infatti leggermente diminuiti  (-0,5%) tra il primo semestre del 2016 e la prima metà del 2017, arrivando a toccare i 20,4 euro per 100 kWh.

 

Ovviamente il dato è una media di quelli registrati nei singoli Stati membri che compongono in realtà una scala ben più variegata. Da un lato abbiamo le nazioni dove le bollette sono più leggere ossia Bulgaria (con appena 9,6 per 100 kWh), Lituania (11,2 euro) e Ungheria ( 11,3euro ). Dall’altro i Paesi dove l’elettricità è più cara come Danimarca e Germania (entrambi a 30,5 euro per 100kWh), seguiti dal Belgio (€ 28,0).

 

E l’Italia? Il Bel Paese è ancora sopra la media europea ma può vantare decisi miglioramenti. Nei primi sei mesi dell’anno i prezzi dell’elettricità pagata dalle famiglie italiane hanno registrato un calo del 11,2 per cento, il più alto in tutta la UE-28. Il che ci porta ad appena un euro sopra il prezzo medio europeo. Consistenti decrementi si sono evidenziati anche in Croazia (-10,2%), Lituania (-9,3%), e in maniera minore anche in Lussemburgo (-4,9%), Austria (-4,1%), Romania ( -4,0%) e Paesi Bassi (-3,6%).

 

>>Leggi anche Il valore delle energie rinnovabili nel mercato elettrico italiano<<

 

Le statistiche di Eurostat mostrano come anche le bollette domestiche del gas siano diminuite, stavolta in maniera più consistente: parliamo di un meno 6,3% nella media comunitaria tra la prima metà del 2016 e il 2017, attestandosi a 5,8 euro per 100 kWh. Tra gli Stati membri, i prezzi del gas per uso domestico variano oggi da meno di 3,5 euro per 100 kWh di Romania e Bulgaria ai poco più di 8 euro per 100 kWh della Danimarca e ai 12 della Svezia.

Altro dato interessante: le imposte e i prelievi hanno costituito in media oltre un terzo del prezzo dell’elettricità addebitato alle famiglie nella prima metà del 2017 (per l’Italia il 38%) e circa un quarto del prezzo del gas (per le famiglie italiane il 36%).

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *