• Articolo Davos, 30 gennaio 2012
  • Un annuncio del Segretario allo Sviluppo Internazionale

    Uk: un fondo verde per le rinnovabili nei paesi del terzo mondo

  • Centrali solari, eoliche e idroelettriche per i paesi in via di sviluppo. Dal Regno Unito il fondo da 110 mln per l’espansione delle rinnovabili

(Rinnovabili.it) – I paesi più poveri del mondo potrebbero ricevere presto dei benefici grazie al fondo da 3 miliardi di sterline che il Regno Unito ha deciso di istituire in favore dello sviluppo di nuovi piani energetici green. Rientra nei progetti anche la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie incentrate sull’efficienza energetica, ha annunciato la scorsa settimana il segretario allo Sviluppo Internazionale, Andrew Mitchell,  specificando che 110 milioni di sterline verranno riservati per la costruzione di nuove centrali solari, eoliche e idroelettriche per un totale di 7 GW, capacità che equivale a due terzi dei GigaWatt ad oggi istallati in Uk, con la prospettiva di riuscire ad evitare all’atmosfera almeno 265 milioni di tonnellate di CO2. Inoltre, ha fatto sapere Mitchell, il progetto prevede investimenti privati per un valore di 30 milioni per ogni milione corrisposto dai contribuenti britannici.

“Per troppo tempo il potere del settore privato è stato dimenticato nella lotta contro le sfide globali”, ha detto il segretario al Forum economico mondiale di Davos “Il nostro supporto riduce il rischio di investire, aiutando il settore privato ad affrontare questo problema globale investendo in alcune delle economie in più rapida crescita del mondo. Questo progetto è di grande interesse economico per la Gran Bretagna. Stimolare la crescita di tutto il mondo aprirà i mercati alle merci e ai servizi inglesi nelle economie in via di sviluppo.”