• Articolo Parigi, 4 gennaio 2017
    • Green Bond sovrani: Francia e Polonia aprono le danze

    • Dopo l’emissione 750 milioni di euro di Varsavia, il ministro francese delle Finanze annuncia l’entrata di Parigi nel mercato obbligazionario verde

    Green Bond sovrani: Francia e Polonia aprono le danze

     

    (Rinnovabili.it) – Prima Varsavia, ora Parigi. L’affare dei titoli obbligazionari emessi per finanziare progetti in campo ambientale, non ha tardato a coinvolgere anche gli Stati europei. La Polonia è stata la prima a sperimentare questo strumento, lanciando lo scorso dicembre il primo green bond sovrano: 750 milioni di euro di importo nominale complessivo e una scadenza di cinque anni. Un’emissione contenuta e di breve durata che, se da un lato non sarà in grado di portare benefici rispetto alla curva del debito tradizionale, dall’altro ha avuto il pregio di richiamare nei confini polacchi nuovi investitori.

     

    Ora è il turno della Francia che, messe da parte le speranze di essere il primo debitore sovrano ad avventurarsi nel settore, intende entrare nel mercato obbligazionario verde con un progetto più impegnativo. Ieri il ministro delle Finanze Michel Sapin ha annunciato che entro la fine del mese, il governo emetterà il primo green bond con una scadenza compresa tra 15 e 25 anni. Nessuna informazione circa la liquidità è stata rivelata ma Sapin sostiene che l’importo sarà abbastanza elevato da essere incluso negli indici internazionali. Il che significa, probabilmente, una cifra non inferiore ai 2,5 miliardi di euro.

     

    “Con questa emissione, lo Stato francese si propone non solo di finanziare politiche climatiche ed ambientali in maniera innovativa, ma anche di contribuire a sviluppare questo mercato”, ha spiegato ai giornalisti il ministro. L’obbligazione sarà verificata da un’agenzia specializzata e un comitato indipendente controllerà che i fondi vengano utilizzati per progetti a tutela dell’ambiente.

     

    I green bond sovrani rappresentano un passo decisivo per un mercato fino a ieri ad appannaggio quasi esclusivo delle banche di sviluppo internazionali. E nonostante i pochi anni di vita alle spalle, il “fenomeno” è oggi in forte espansione a livello globale. Secondo l’analisi della ONG Bond Climate Initiative, sono ben 118 i miliardi di dollari emessi in titoli obbligazionari etichettati come green bond. Ma scavando sotto la superficie si scopre un settore molto più ampio che in realtà avrebbe un valore di ben 694 miliardi di dollari. Secondo quanto riportato nella relazione più di due terzi delle obbligazioni verdi emesse sono destinate attualmente a progetti per trasporti a basse emissioni di carbonio, che rappresentano il 67 per cento del totale. L’energia pulita, il secondo beneficiario, può contare invece sul 19 per cento dei fondi raccolti.

    Tutte le News | Green Economy
    Riforma ETS, l’Italia si schiera con i grandi inquinatori20 dicembre 2016

    Riforma ETS, l’Italia si schiera con i grandi inquinatori

    La riforma del mercato delle quote di carbonio deve essere votata nel febbraio 2017, ma l’Italia si oppone al piano attuale insieme a Spagna, Croazia e il blocco dell’Europa dell’est

    Protezione dell'ambiente: l’industria investe sempre meno16 dicembre 2016

    Protezione dell’ambiente: l’industria investe sempre meno

    Nel 2014 la spesa per investimenti ambientali è calata del 19,7% rispetto al 2013. Ci si concentra di più sulla rimozione dell’inquinamento che non sulla prevenzione

    Riforma ETS, l’Ue cede alle minacce dei grandi inquinatori15 dicembre 2016

    Riforma ETS, arriva l’ennesimo favore all’industria pesante

    Approvata stamattina in commissione Ambiente con 53 voti a favore e 5 contro la riforma del sistema delle quote del mercato di carbonio europeo

    La creatività italiana nella green economy in onda su Radio 114 dicembre 2016

    La creatività italiana nella green economy in onda su Radio 1

    Dalle lampade che generano elettricità dal riso ai pavimenti come fonte di energia pulita, fino alle magliette in grado di ricaricare lo smartphone

    L’ossessione di Gates e compagni: 1 mld per la ricerca energetica13 dicembre 2016

    Bill Gates lancia BEV, il fondo miliardario per la ricerca energetica

    Tra diffusione delle tecnologie pulite e  R&S, i miliardari della Breakthrough Energy Coalition scelgono la seconda, lanciando un nuovo fondo d’investimento per l’innovazione

    La green economy italiana in numeri08 novembre 2016

    La green economy italiana in numeri

    Un nuovo rapporto apre gli Stati Generali della Green economy 2016 e spiega perché l’economia verde italiana è tra  le migliori d’Europa

    Eta Beta presenta l’economia circolare in mostra a Ecomondo08 novembre 2016

    Eta Beta presenta l’economia circolare in mostra a Ecomondo

    Il programma di Radio 1 condotto da Massimo Cerofolini fa un’incursione alla fiera internazionale che si inaugura oggi a Rimini insieme al direttore di Rinnovabili.it Mauro Spagnolo