• Articolo Brasilia, 17 giugno 2016
    • Rinnovabili, il Brasile finanzia la micro-generazione di energia pulita

    • Il Banco do Nordeste presenta la nuova linea di credito dedicata alle istallazioni di impianti rinnovabili in taglia mini (75 kW-5 MW) e micro (> 100 kW)

    Rinnovabili, il Brasile finanzia la micro-generazione di energia pulita

     

    (Rinnovabili.it) – Il Brasile sta divenendo uno dei mercati più attivi sul fronte della generazione distribuita. In piena bufera politica e con la compagnia petrolifera di stato travolta da un pesante scandalo di corruzione, il Paese mostra, oggi come oggi, poche certezze se non quelle nel settore delle rinnovabili. A fine 2015, il governo ha lanciato un nuovo programma statale dedicato ad incentivare i consumatori ad autoprodurre l’energia necessaria, con particolare attenzione al solare fotovoltaico.

    Ora, a spianare ulteriormente è il Banco do Nordeste con la creazione di una nuova linea di credito dedicata alle istallazioni di impianti rinnovabili in taglia mini (75 kW-5 MW) e micro (> 100 kW). Le imprese ammesse a ‘SOL FNE’, questo il nome del programma creditizio, potranno provenire dal settore agricolo, industriale, commerciale o dei servizi, anche in forma di cooperazioni o associazioni. Fuori, almeno per ora, rimarranno invece tutti i consumatori residenziali.

     

    La linea di credito utilizza i fondi del Northeast Constitutional Financing Fund (FNE) e dispone di un termine di pagamento fino a 12 anni con un periodo di sospensione di un anno. Rodrigo Sauaia, direttore dell’associazione che rappresenta l’industria solare brasiliana, ha spiegato che SOL-FNE finanzierà fino al 100% degli investimenti su tali sistemi di generazione distribuita. I tassi di interesse saranno, a seconda della tipologia di cliente e dalle caratteristiche del progetto da realizzare, compresi tra il 6,5% e l’11%. “Questo tasso di interesse è molto interessante per i nostri progetti. Forse in Europa questo è considerato un po’ alto, ma non lo è in Brasile”, ha confidato Sauaia a PV Tech.

     

    Inoltre, il sistema fotovoltaico può essere utilizzato come una garanzia finanziaria per accedere al finanziamento. Questo significa che se il cliente non è in grado di soddisfare i requisiti del prestito che finanzia il sistema, non sarà costretto a fornire un’altra garanzia reale come denaro o merci. La Banca potrà invece utilizzare l’impianto stesso come garanzia finanziaria.

    Tutte le News | Green Economy
    pulses-beans-1000x420px15 giugno 2016

    WWF: l’impegno sulle soft commodities deve aumentare

    Una nuova ricerca WWF mostra che solo poche aziende hanno intrapreso azioni significative per garantire la sostenibilità produttiva delle soft commodities

    shutterstock_19368975514 giugno 2016

    Energia: come vengono impiegati i finanziamenti europei?

    Con il Fondo europeo per gli investimenti strategici, l’Europa tenta di riacquistare il ruolo di leader sul piano internazionale, soprattutto nel settore energetico. Qui si concentra il maggior numero di investimenti

    A rischio fallimento le aziende che ignorano il climate change10 giugno 2016

    A rischio fallimento le aziende che ignorano il climate change

    E’ netto il giudizio della Task Force sui rischi finanziari collegati al clima: le compagnie devono adattarsi alla transizione climatico-energetica in atto o rischiano di perdere tutto

    resource_109 giugno 2016

    Uso efficiente delle risorse, l’Italia è senza un piano

    Buone le performance italiane rispetto agli altri Paesi, ma i risultati non sono il frutto di una strategia politica puntale che risulta, purtroppo, ancora assente

    Mercato del carbonio così le lobby combattono la direttiva23 maggio 2016

    Mercato del carbonio: così le lobby vogliono deformare la direttiva

    La Commissione europea sta studiando la revisione, ma le grandi imprese non intendono perdere i privilegi acquisiti grazie al mercato del carbonio

    C_4_articolo_2077758__ImageGallery__imageGalleryItem_0_image13 maggio 2016

    Riciclo dei rifiuti organici e lavoro: attesi 5000 nuovi green job

    Per il 2020 si stimano benefici netti per il sistema Paese di 2 miliardi e mezzo di euro solo con compostaggio e digestione del biowaste

    sustainability-mh-circular-economy06 maggio 2016

    Economia circolare: cosa si può fare in Italia per promuoverla

    L’Enea propone la creazione di un’Agenzia per l’uso efficiente delle risorse sull’esempio di Paesi come Germania, Regno Unito, Stati Uniti e Giappone