• Articolo Roma, 26 agosto 2019
  • Pubbliredazionale

    Illuminazione smart in città: Enel lancia la sfida a innovatori ed esperti

  • Sulla piattaforma openinnovability.com è attiva la challenge:  “Soluzioni innovative per ridurre i costi di manutenzione dell’illuminazione pubblica in città”. Premio da 10 mila dollari e possibilità di sviluppo per i migliori progetti teorici

illuminazione smart sfida enel openinnovabilityReti urbane d’illuminazione smart e a bassi costi di manutenzione: la challenge di Enel per innovatori e addetti ai lavori

 

(Rinnovabili.it) – Innovazione e sostenibilità, ma anche collaborazione, apertura e spazio per le idee: secondo Enel sono queste le parole d’ordine con cui spingere il cambiamento del settore energetico nell’ottica della visione Open Power del Gruppo. E’ per questo che l’azienda ha creato una Open Innovability (dalla fusione dei termini inglesi Innovation e Sustainability): una piattaforma di crowdsourcing aperta al pubblico dove chiunque tra innovatori, Startup, ONG ed enti di ricerca può proporre a Enel i propri progetti di sviluppo improntati alla sostenibilità, all’efficientamento e all’equità sociale, in linea con quanto raccomandato dagli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

 

Moltissime le sfide aperte periodicamente sulla piattaforma openinnovability.com: da inizio agosto è attiva la challenge di Enel X (società del gruppo Enel) “Soluzioni innovative per ridurre i costi di manutenzione dell’illuminazione pubblica in città che prevede un premio finale di 10 mila dollari e la possibilità di sviluppare tecnologie o servizi grazie alla rete professionale di Enel. In linea con la filosofia di business sostenibile di Enel, la challenge contribuisce al raggiungimento di due dei sei SDGs sui quali l’azienda ha scommesso:

 

SDG 9: INDUSTRIA, INNOVAZIONE E INFRASTRUTTURA – Investire in infrastrutture che promuovono la sostenibilità.

 

SDG 11: CITTÀ E COMUNITÀ SOSTENIBILI – rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili.

 

L’obiettivo è quello di ottimizzare i costi di costruzione, gestione e manutenzione dell’illuminazione pubblica stradale (intesa come un sistema complesso costituito dall’impianto elettrico e dai suoi componenti, ovvero linee, pali di sostegno, bracci e corpi illuminanti). Ai partecipanti, viene chiesto di sviluppare tecnologie o servizi che possano diminuire la quantità di ore di lavoro necessarie alla gestione di una rete d’illuminazione smart o a ridurre i costi di manutenzione.

 

La challenge è aperta a tutti, ma fa particolare riferimento agli operatori attivi nella manutenzione elettrica, come a gestori di sistemi di distribuzione o di reti a bassa tensione, possibilmente con esperienza nell’illuminazione pubblica.

 

Le proposte dovranno includere una descrizione tecnica dell’innovazione apportata (sia essa una nuova tecnologia o un nuovo sistema di gestione) e prove della sua capacità di ridurre costi o le ore di lavoro necessari per la manutenzione delle reti d’illuminazione pubblica.

 

Un comitato di esperti selezionerà le migliori proposte valutandole secondo criteri come la fattibilità scientifica e tecnica generale; il potenziale economico di concetto, il potenziale di business per Enel, la quota di novità e creatività, il potenziale di posizione proprietaria (se la tecnologia è nuova e brevettabile), la funzionalità ed esperienza di utilizzo, il realismo e il livello di maturità della soluzione proposta.

 

La scadenza per proporre i progetti è fissata al 20 settembre 2019. Maggiori informazioni e il regolamento completo della sfida “Soluzioni innovative per ridurre i costi di manutenzione dell’illuminazione pubblica in città” sono disponibili sulla piattaforma openinnovability.com.

 

Oltre al premio in denaro, Enel prevede la possibilità di una collaborazione diretta con il vincitore della challenge e l’inserimento in una Rete di sviluppo composta di decine di centri di ricerca sparsi in tutto il mondo.

 

Milano, Pisa, Catania, ma anche Madrid, Mosca, Boston, San Francisco, Tel Aviv, Rio de Janeiro e Santiago del Cile sono alcuni dei luoghi in cui Enel ha collocato i propri Innovation Hubs per far crescere il potenziale innovativo dei partecipanti alle challenges.

 

Dal lancio del progetto sono 64 le sfide lanciate da Enel agl’innovatori di tutto il mondo in 6 aree tematiche differenti: generazione termica, energie rinnovabili, infrastrutture e reti, digitalizzazione, soluzioni al consumatore promuovendo un approccio sostenibile e di economia circolare. .

 

Progetti che, una volta cresciuti e pronti al balzo a livello industriale, sono entrati a far parte del portfolio d’innovazioni del gruppo Enel. Più di 4 mila le start-up aderenti al Network coordinato da Open Innovability, con oltre 200 progetti attivi.

 

“Stiamo trasformando il settore dell’energia con il nostro approccio aperto all’innovazione”, si legge su openinnovability.com: una dichiarazione d’intenti ma anche un invito a tutti per contribuire al cambiamento.

 

Hashtag ufficiale #EnelOpenInnovability

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *