• Articolo Milano, 26 marzo 2019
  • Itelyum, nuova eccellenza italiana dell’economia circolare

  • Presentata a Milano la piattaforma industriale nata dall’integrazione di 16 società, tra cui Viscolube e Bitolea. Rigenerazione di oli lubrificanti usati e purificazione di reflui chimici nel suo core business

itelyum

 

 

Itelyum fa della sostenibilità il suo asse strategico

 

(Rinnovabili.it) – Tre aree di business, 16 aziende, 15 siti in Italia e oltre 20.000 clienti in più di 50 paesi. Questi i numeri che identificano Itelyum, eccellenza italiana dell’economia circolare. Una nuova piattaforma industriale imperniata sulla sostenibilità e attiva nella gestione e valorizzazione dei rifiuti industriali. Il gruppo è stato presentato ieri a Milano dall’amministratore delegato di Viscolube, Antonio Lazzarinetti, e da Enrico Biale, membro dell’Investment Commitee del fondo di private equity Stirling Square Capital Partners, nonché Presidente della nuova Itelyum, alla presenza del professore della Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna di Pisa e presidente Fondazione Global Compact Italia Marco Frey, del Direttore della Fondazione Sviluppo Sostenibile Raimondo Orsini e del Prof. Gaetano Grizzanti, CEO di Univisual, che ha accompagnato Itelyum nel processo di branding. “Oggi – ha dichiarato Antonio Lazzarinetti – presentiamo molto più di un nuovo brand: con Itelyum abbiamo dato vita a una piattaforma industriale e di servizi interamente dedicati a fornire soluzioni sostenibili in grado di generare valore economico e ambientale per le nostre persone, per i nostri clienti, per gli azionisti e per la società nel suo complesso”.

 

 

Di cosa si occupa Itelyum?

Il marchio racchiude una serie di servizi integrati ad alta valenza ambientale e sociale in tre differenti aree di business: rigenerazione, purificazione e gestione integrata dei rifiuti.

Nel dettaglio, Itelyum Regeneration si occupa del riciclo dell’olio lubrificante usato in nuove basi lubrificanti con prestazioni equivalenti a quelle delle basi ottenute dalla prima raffinazione del greggio;

Itelyum Purification è leader nella produzione di solventi ad alta purezza e nella purificazione di reflui chimici e solventi usati provenienti dall’industria chimica e farmaceutica mentre Itelyum Ambiente identifica l’insieme di 13 aziende che offrono servizi ai produttori di rifiuti speciali, quali: raccolta, stoccaggio, trasporto, pretrattamento, intermediazione, consulenza, analisi chimiche e trattamento delle acque industriali.

 

Ogni anno il gruppo lavora oltre 250.000 tonnellate tra oli minerali e solventi usati e 40.000 tonnellate di frazioni petrolchimiche vergini per produrre 110.000 tonnellate di basi lubrificanti rigenerate, 40.000 tonnellate di gasolio e bitume, 80.000 tonnellate di solventi rigenerati e 30.000 tonnellate di solventi puri. “È la storia di un’eccellenza tutta italiana, – sottolinea Enrico Biale –  conseguita in un settore strategico e sensibile, che per di più è in grado di servire mercati internazionali a largo raggio. Stirling Square ha sostenuto e continua a sostenere la crescita di Itelyum che negli ultimi tre anni ha realizzato acquisizioni per 140 milioni di euro accompagnate da un piano di investimenti in impianti per 50 milioni”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *