• Articolo Pully, 20 novembre 2019
  • Tetra Pak annuncia nuovi imballaggi in biopolietilene “sostenibile”

  • La multinazionale svedese Tetra Pak ha annunciato la produzione di nuovi imballaggi realizzati in biopolietilene derivato dalla canna da zucchero. A garantirne la sostenibilità ci penserà organizzazione internazionale senza fini di lucro Bonsucro

biopolietilene

Credit: Tetra Pak

I nuovi imballaggi in biopolietilene saranno certificati da Bonsucro, che ne garantirà la tracciabilità della filiera

(Rinnovabili.it) – Fondata nel 1951 ed oggi appartenente al Gruppo Tetra Laval, la multinazionale svedese Tetra Pak ha annunciato l’intenzione di utilizzare per i suoi prodotti solo polimeri realizzati con materiali di origine vegetale o derivanti da prodotti alimentari riciclati. I nuovi imballaggi saranno realizzati a partire dal prossimo anno in politilene a base biologica, ottenuto dalla canna da zucchero e la cui filiera sarà completamente tracciabile. 

A garantire la sostenibilità degli imballaggi ci penserà il sistema di certificazione di Bonsucro, organizzazione internazionale senza fini di lucro con sede a Londra fondata nel 2008 per promuovere la canna da zucchero sostenibile. Un elemento fondamentale visto la concorrenza dei biofuel e delle bioplastiche di prima generazione con il settore alimentare. 

 

L’annuncio s’inserisce nel quadro d’iniziativa Planet Positive recentemente lanciata da Tetra Pak per “evolvere il concetto di economia circolare a basse emissioni di carbonio”.  L’uso di materiali a base vegetale come carta e polimeri ridurrà significativamente le emissioni di gas a effetto serra, sostenendo la crescita economica slegata dai combustibili fossili. “I nostri polimeri a base vegetale – ha dichiarato Mario Abreu, vicepresidente per la sezione sostenibilità di Tetra Pak – saranno completamente tracciabili fin dalla piantagione della canna da zucchero. Consideriamo i materiali a base vegetale indispensabili al raggiungimento di un’economia circolare a basse emissioni di carbonio”.

 

>>Leggi anche Le alternative alla plastica: ecco i materiali che premiano l’ecologia<<

 

In realtà la società sta lavorando sulla bioplastica da oltre 10 anni insieme all’azienda petrolchimica brasiliana Braskem. “La collaborazione di Bonsucro – ha dichiarato Gustavo Sergi, leader della business unit rinnovabile di Braskem – rafforza il nostro programma di approvvigionamento responsabile di etanolo, garantendo la tracciabilità dell’intera filiera”. 

Tera Pak – va ricordato – pubblica annualmente dal 1999 un Report di sostenibilità ambientale per la valutazione di ogni parte dell’attività e del suo impatto, inclusa la governance della società e dei fornitori. La 21° edizione del Report contiene, tra le altre cose, aggiornamenti circa la strategia di sviluppo commerciale per il packaging sostenibile e la riduzione delle emissioni di carbonio al 2020.

 

 

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *