• Articolo Roma, 8 maggio 2013
  • Lqa convenzione servirà a favorire nuovi posti di lavoro migliorando l'efficienza del patrimonio edile

    Accordo CISL-ENEA per riqualificazione energetica ed occupazione

  • Le competenze tecnico-scientifiche di ENEA unite alle competenze socio-economiche di CISL per promuovere progetti di riqualificazione energetica, incentivare le rinnovabili e creare nuovi posti di lavoro.

(Rinnovabili.it) – CISL ed ENEA hanno sottoscritto un accordo per la realizzazione di progetti di riqualificazione energetica degli edifici, finalizzato ad incentivare l’efficienza energetica, Smart City, le fonti rinnovabili e favorire nuove figure professionali specializzate.

 

La convenzione permetterà di fondere le competenze socio-economiche del mondo del lavoro di CISL, con le specifiche tecnico-scientifiche dell’ENEA, mettendo punto progetti di riqualificazione energetica ed urbana, favorendo nello stesso tempo la crescita dell’occupazione.

 

“Siamo molto soddisfatti della collaborazione – affermano il Segretario Generale CISL Raffaele Bonanni ed il Commissario ENEA Giovanni Lelli – perché riteniamo che puntare sull’efficienza energetica e allo sviluppo della filiera delle energie rinnovabili possa configurarsi come una preziosa risorsa tanto per le aziende quanto per gli enti, oltreché per le famiglie”.

 

Sarà la sezione Residenziale-Terziario (UTEE-ERT) dell’ENEA a supportare tecnicamente la CISL, già fortemente impegnata nella promozione dell’efficientemento degli edifici attraverso la riqualificazione energetica degli stessi, spingendo soprattutto in favore delle fonti rinnovabili. L’accordo servirà prima di tutto a definire le caratteristiche e le qualità energetico-ambientali del parco edilizio, con particolare riferimento alla Pubblica Amministrazione, ed elaborare proposte di miglioramento sulla base di analisi costo-efficacia degli interventi.

 

“Sarà sempre più necessario – proseguono Bonanni e Lelli – attuare strategie energetiche aziendali mirate ad abbattere gli sprechi e ottimizzare i consumi, per ottenere concreti risparmi di energia e creare ricadute positive sia in ambito economico che occupazionale”.

 

TAG: