• Articolo Parigi, 3 giugno 2015
  • Il grattacielo di Parigi progettato da Micheal Green sarà la struttura in legno più alta del mondo

    Architettura in legno: dalle maxi strutture alle micro case

  • I record dell’architettura in legno vengono battuti ogni giorno. Dai grattacieli da 35 piani alle mini case prefabbricate a prova di ciclone

Architettura in legno: dalle maxi strutture alle micro case

 

(Rinnovabili.it) – Ogni giorno vengono battuti i record dell’architettura in legno sia per i grattacieli che per le micro abitazioni, concepite come rifugi sostenibili per vivere off grid o come involucri prefabbricati da spostare per il mondo.

Da qualche anno a questa parte le strutture lignee stanno dimostrando di non essere più legate solamente a contesti montani o rurali ma di poter sfidare acciaio e calcestruzzo nella costruzione di maxi strutture eco compatibili, resistenti e a prova di incendio. Allo stesso tempo si batte il record inverso, con la moltiplicazione delle mini case in legno da smontare e rimontare, spostare e riciclare.

 

Ecco due esempi di architettura in legno mini e maxi accomunati dai valori di sostenibilità e risparmio energetico:

La torre più alta del mondo. Se verrà costruito il grattacielo di Micheal Green Architecture presentato al concorso Réinventer Paris sarà battuto nuovamente il record di altezza per le strutture lignee. La costruzione di 35 piani progettata in collaborazione con DVVD e REI France riuscirà a sottrarre all’atmosfera 3700 tonnellate di carbonio, l’equivalente di 2207 vetture tolte dalla strada ogni anno. Nel grattacielo parigino ci saranno delle residenze, un hotel per studenti, una fattoria urbana, un hub per vetture elettriche ed una stazione degli autobus.

 

La micro casa da ingrandire, smontare e spostare. Un esempio di mini architettura in legno è Ecoshelta, il progetto di Stephen Sainsbury pensato come alternativa sostenibile ai sistemi prefabbricati sul mercato. La struttura in Ecoply (compensato creato con legno da foreste certificate, senza additivi chimici, colle o conservanti tossici) è rivestita in lamiera di alluminio in grado marino, un materiale dalle caratteristiche meccaniche simili a quelle dell’acciaio ma molto più leggero, che permette un risparmio di risorse e di emissioni per il trasporto. La lega utilizzata in Ecoshelta è ottenuta con il 15% di materiale riciclato ed è a prova di ciclone e di incendio per garantire la massima sicurezza degli occupanti.

 

Architettura in legno: dalle maxi strutture alle micro case

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *