• Articolo Baltra Island, 16 luglio 2015
  • Architettura green nelle grandi infrastrutture

    Architettura sostenibile, alle Galapagos il primo aeroporto green

  • Alle Galapagos è stato costruito il primo aeroporto con certificazione LEED Gold, che ne attesta l’eccellenza nel campo dell’architettura sostenibile

Architettura sostenibile, alle Galapagos il primo aeroporto green

 

(Rinnovabili.it) – L’arcipelago Galapagos in Ecuador ha costruito il primo aeroporto del mondo certificato LEED Gold, il metro di valutazione americano dell’architettura sostenibile.

Costruito da Ecolgal S.A. per la società Corporación América che attualmente lo gestisce, l’aeroporto green  nell’isola di Baltra è stato analizzato per un anno e mezzo da ispettori internazionali del GBC, che ne hanno esaminato le caratteristiche e valutato le prestazioni per poi stabilire che l’infrastruttura rispettava tutti i parametri del greenbuilding che le hanno permesso di raggiungere il punteggio Oro della scala di valutazione.

 

L’architettura sostenibile dell’aeroporto delle Galapagos

  • L’aeroporto soddisfa i requisiti della ISO 9001, la ISO 14001, la certificazione HACCP, la OSHAS. Attualmente è in attesa della certificazione Airport Carbon Acreditation e della Green Operation & Manttenance che ne attesta la bassissima impronta di carbonio.
  • Il terminal di 6000 mq è sorretto da una struttura in acciaio riciclato recuperato nelle foreste equatoriali dell’Amazzonia.
  • L’accesso delle luce naturale è permesso dalle vetrate e dai lucernai in copertura, mentre la ventilazione naturale è favorita dalle fessure in corrispondenza dei lucernari e da un sistema di areazione meccanica che si attiva autonomamente grazie ai sensori che controllano temperatura e qualità dell’aria
  • I pannelli solari fotovoltaici ad alta efficienza sono integrati nella copertura dei tunnel dei percorsi tra le aree funzionali dell’aeroporto.
  • L’aeroporto possiede un proprio impianto di dissalazione che tratta l’acqua di mare per contribuire al risparmio delle risorse idriche dell’arcipelago. Un sistema di recupero, trattamento e riutilizzo delle acque grigie nei bagni contribuisce a ridurre notevolmente i consumi.
  • I materiali sono stati scelti in base alla vicinanza delle aziende produttrici con il sito, i leganti sono stati estratti da cave locali, il rivestimento esterno è stato realizzato con la roccia vulcanica dell’isola mentre il legno ed il metallo sono stati riciclati dal vecchio terminal.
  • Gli spazi aperti del gioiellino di architettura sostenibile delle Galapagos sono stati pavimentati col cemento perché con il suo colore chiaro assorbe meno calore dell’asfalto e combatte l’effetto isola di calore.
  • Per le lavorazioni manuali sono stati scelti solamente artigiani di Santa Cruz mentre le pitture sono tutte eco-solventi.

 

Architettura sostenibile, alle Galapagos il primo aeroporto green

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *