• Articolo Roma, 15 aprile 2016
  • I partner italiani Fillea Cgil e Fondazione Di Vittorio

    Bioedilizia, al via il progetto europeo Broad

  • La prima fase si concluderà alla fine di quest’anno e sarà un’indagine a livello europeo sulle politiche comunitarie e la situazione occupazionale dell’edilizia sostenibile. Entro dicembre 2017 saranno pubblicate linee guida per il dialogo sociale

Bioedilizia, al via il progetto europeo Broad

 

(Rinnovabili.it) – Prima un’indagine approfondita insieme alle parti sociali e a tutte le professioni coinvolte. Poi la pubblicazione di linee guida per il dialogo sociale nella bioedilizia a livello europeo e nazionale. Sono gli obiettivi che si prefigge il progetto “BROAD – Building a Green Social Dialogue” promosso dall’Unione Europea in Polonia, Spagna, Germania, Belgio e Italia. I partner italiani, Fillea Cgil e la Fondazione Di Vittorio, hanno appena reso pubbliche le azioni in cui saranno coinvolti e le tempistiche del progetto.

 

bioedilizia“Studieremo le principali tendenze nello sviluppo della bioedilizia a livello nazionale ed europeo – spiega il segretario generale Fillea Walter Schiavella – e i modelli di successo da diffondere attraverso lo scambio di esperienze e buone pratiche tra i paesi e le parti sociali, valorizzando quelle esperienze e pratiche virtuose di dialogo sociale che hanno dato vita a processi sostenibili nel settore e prodotto crescita economica e buona occupazione”.

Nel progetto verranno coinvolti in workshop e incontri, con un approccio orizzontale, sia il settore della edilizia sostenibile sia quelle professioni legate in senso lato alla green economy, attraverso rappresentanti dei datori di lavoro e dei lavoratori, le istituzioni e la società civile.

 

Due sono le fasi del progetto Broad. La prima è riservata all’indagine dello stato dell’arte e si concluderà alla fine di quest’anno con un report di respiro europeo. Tra i temi che saranno analizzati figurano le politiche comunitarie di pertinenza, le iniziative Ue a sostegno dei posti di lavoro green, un confronto tra le realtà dei diversi Paesi aderenti al progetto. Il report è finalizzato all’espressione di raccomandazioni di policy e di modalità per migliorare il dialogo tra le parti sociali nei processi di conversione bioedilizia.

La seconda fase terminerà nel dicembre del 2017 con la pubblicazione di vere e proprie “linee guida” per il dialogo sociale nella bioedilizia, valide sia a livello italiano sia per il panorama europeo.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *