• Articolo Utrecht, 10 luglio 2017
  • Vinto il progetto di riqualificazione dell'area di Jaarbeursboulevard

    Un nuovo Bosco Verticale da record sarà costruito in Olanda

  • La Torre dei Biancospini sarà il nuovo Bosco Verticale di Utrecht. La Stefano Boeri Architetti segna un altro punto nel campo dell’architettura sostenibile

bosco verticale

 

Così il Bosco Verticale italiano sta conquistando l’Europa

 

(Rinnovabili.it) – Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue la corsa all’architettura sostenibile con un nuovo progetto di edificio ecologico: solo pochi giorni fa aveva diffuso l’annuncio della costruzione di una intera città-foresta in Cina, ora invece arriva la dichiarazione che un altro Bosco Verticale da record sarà costruito in Olanda. La Torre dei Biancospini – questo il nome della struttura – ha vinto il concorso per la riqualificazione dell’area di Jaarbeursboulevard vicino alla Stazione di Utrecht, e come il suo predecessore milanese sarà coperta di vegetazione. Il progetto, presentato dal Consorzio G&S Vastgoed and Kondor Wessels (VolkerWessels) Projecten, prevede la costruzione di due edifici, uno ideato da Stefano Boeri Architetti che affaccia sul Jaarbeursboulevard e uno progettato dallo studio MVSA di Amsterdam.

L’equivalente di un ettaro di boschi verrà installato sull’edificio, per creare un vero ecosistema urbano con oltre 30 specie vegetali differenti, capaci di assorbire oltre 5,4 tonnellate di anidride carbonica. Sarà un grattacielo di 90 metri con 10 mila piante sulle facciate, tra cui 360 alberi e 9.640 tra arbusti e fiori.

 

>> Leggi anche: Un progetto italiano sposta la frontiera delle città sostenibili <<

 

L’edificio, che verrà costruito a partire dal 2019, comprende uffici, aree fitness e yoga, un parcheggio per biciclette e bosco verticalespazi pubblici per il tempo libero. Il design è stato pensato per inserirsi armonicamente nel tessuto urbano circostante. La torre ospiterà anche il Vertical Forest Hub, un centro di ricerca sulla sulle foreste urbane del mondo, aperto al pubblico al piano terra e direttamente collegato al giardino sul tetto del sesto piano. Il centro si occuperà di descrivere e mappare le diverse soluzioni tecniche adottate nell’edilizia sostenibile in relazione alle foreste verticali in costruzione su tutto il pianeta.

La Torre dei Biancospini è l’ultimo di una serie di progetti che hanno reso famoso Stefano Boeri. Dopo aver firmato il Bosco Verticale, palazzo verdeggiante in centro a Milano che nel 2015 ha vinto il premio Best Tall Building Worldwide come miglior grattacielo al mondo, l’architetto italiano ha macinato un record dopo l’altro, e non sembra intenzionato a fermarsi.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *