• Articolo Cupertino, 8 aprile 2013
  • Da 3 mld di dollari del 2011 il costo per il nuovo progetto potrebbe raggiungere i 5 mld di dollari

    Il nuovo Campus Apple costerà più del World Trade Center

  • Ancora critiche per il nuovo progetto eco-friendly del Campus Apple di Cupertino voluto dallo stesso Jobs, destinato ad oltre 12.000 lavoratori, avrà dimensioni pari ad un terzo del Pentagono

(Rinnovabili.it) – Sembra essere letteralmente lievitato il costo per il nuovo super Campus di Cupertino della Apple passando dai 3 mld di dollari del 2011 agli oltre 5 mld di dollari annunciati la scorsa settimana. Il progetto per la nuova sede della società, voluta dallo stesso Steve Jobs che la descrisse come “un’astronave atterrata  in California”, misurerà circa 260.000 mq, quasi un terzo delle dimensioni del Pentagono, ospitando 12.000 nuovi impiegati.

 

Il progetto è firmato dall’archistar Norman Foster che, su volere del numero uno di Apple, puntò prima di tutto all’efficienza energetica ed agli aspetti eco-friendly, per riuscire a realizzare un green building unico nel suo genere.

I lavori per la costruzione della nuova sede sarebbero dovuti iniziare a novembre 2012 per concludersi nel 2015, le fonti ufficiali di Apple tuttavia hanno spostato il tutto a giugno di quest’anno, posticipando la consegna al 2016.

 

Fin dai suoi primi giorni di vita, il progetto non venne ben accolto dai media internazionali, che lo considerarono fuori luogo e troppo invasivo. Le ultime notizie arrivate alla stampa che collocano i costi di costruzione del Campus Apple ben al di sopra dei costo per il World Trade Center, superando al metro quadro l’ammontare di qualsiasi grattacielo di New York, non hanno certo contribuit0 all’immagine del progetto.