• Articolo Las Vegas, 26 gennaio 2016
  • Presentato alla Fiera dei Costruttori di Las Vegas

    Casa off-grid, quella di SOM è fatta con la stampante 3D

  • La casa off-grid dello studio SOM scambia energia con l’automobile abbinata ed è il più grande oggetto mai realizzato con la stampante 3d

Casa off-grid, quella di SOM è fatta con la stampante 3D

 

(Rinnovabili.it) – Lo studio di architetti Skidmore, Owings & Merrill (SOM), ci stupisce ancora con i suoi progetti sostenibili  ad altissima efficienza. Questa volta si tratta di una casa off-grid che rappresenta il più grande oggetto al mondo ottenuto con la stampa 3D. L’abitazione, presentata la scorsa settimana all’International Builders’ Show di Las Vegas, è stata realizzata in collaborazione con il  US Department of Energy’s Oak Ridge National Laboratory, che ha studiato il sistema di batterie a ciclo chiuso per garantirne la completa autonomia dalla rete.

La particolarità della casa completamente autosufficiente è la simbiosi con un veicolo Oak Ridge, con il quale scambia energia in modalità wireless. L’iter progettuale applicato per la casa off-grid e la vettura è stato chiamato AMIE – Additive Manufacturing Integrated Energy -.

 

Le caratteristiche della casa off-grid di SOM

Casa off-grid, quella di SOM è fatta con la stampante 3DLe pareti della casa trasportabile, in un solo strato funzionale assolvono alle funzioni statiche e strutturali, di isolamento e di protezione dall’umidità. In questo modo non c’è nessuno spreco di materiale, nessun rifiuto di cantiere e la manodopera è ridotta al minimo. I pannelli fotovoltaici integrati nella copertura producono l’energia pulita di cui si servono gli abitanti e l’automobile, che a sua volta recupera l’energia della frenata.

La casa off-grid di 11,6 metri di lunghezza, 3,7 di altezza e 3,7 di larghezza ha una superficie per l’80% opaca e per il 20% vetrata, con le aperture studiate per massimizzare il guadagno solare invernale e l’ingresso della luce naturale mentre si evita il surriscaldamento estivo.

Il progetto dello studio americano, al quale hanno collaborato diverse aziende e l’Università del Tennessee, vuole diventare un modello di sviluppo sostenibile, per una vita in cui gli sprechi sono ridotti al minimo e l’energia proviene completamente da fonti rinnovabili.

 

Casa off-grid, quella di SOM è fatta con la stampante 3D

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *