• Articolo Roma, 19 settembre 2019
  • CDP vicina alla sicurezza e alla sostenibilità delle scuole

  • Oltre 2 miliardi di nuove risorse a disposizione degli enti territoriali per interventi di progettazione, costruzione, ammodernamento, efficientamento energetico e sicurezza antisismica

Credit: ajari (CC BY 2.0)

Credit: ajari (CC BY 2.0)


 

 Nei primi sei mesi del 2019 finanziati investimenti in 91 edifici scolastici

Dal 2010 al 2018 CDP ha mobilitato circa 3 miliardi di euro per la realizzazione di interventi di edilizia scolastica. E’ uno dei dati principali che, nel giorno dell’avvio del nuovo anno scolastico, Cassa Depositi e Prestiti rende noto, a testimonianza dell’impegno a supporto di tutto il sistema scolastico.

Uno sforzo che CDP compie da 170 anni e che è confermato anche di recente dagli ultimi dati semestrali, che evidenziano come nei primi sei mesi del 2019 CDP abbia finanziato investimenti in 91 edifici scolastici: in pratica, una scuola ogni due giorni.

Ammontano invece a oltre due miliardi di euro le nuove risorse a disposizione degli enti territoriali per interventi di progettazione, realizzazione e ammodernamento degli edifici destinati all’istruzione: dalla scuola dell’infanzia all’università, dall’alta formazione artistica musicale e coreutica alle residenze universitarie. A questo si aggiunge l’impegno per la realizzazione di progetti di student housing con l’obiettivo di completare nei prossimi anni la realizzazione di circa 6.500 posti letto nelle principali città universitarie italiane, e per la promozione della cultura del risparmio nelle scuole attraverso il programma sviluppato con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e Poste Italiane “Il Risparmio che fa scuola” che punta a coinvolgere fino a 1 milione di studenti attraverso l’educazione ad un risparmio consapevole e sostenibile.

Numerosi sono gli strumenti attraverso i quali CDP interviene in favore della scuola:

 

Finanziamenti

Tra il 2010 e il 2018 CDP ha concesso agli enti locali mutui per oltre 2,4 miliardi di euro, risorse destinate al finanziamento di opere di edilizia scolastica, e così distribuite su tutto il territorio nazionale: 44% al nord, 23% al centro e 33% al sud.

Tali finanziamenti sono stati erogati grazie alle risorse raccolte attraverso Buoni e Libretti postali – emessi da CDP – e grazie anche al contributo della Banca Europea per gli Investimenti (BEI), che ha messo a disposizione di CDP una provvista di oltre 1,1 miliardi di euro nel triennio 2015-2017. La collaborazione fra le due istituzioni è stata rinnovata lo scorso 29 luglio ed estesa anche alla Banca di sviluppo del Consiglio d’Europa (CEB) con la firma di due nuovi contratti di provvista – il primo con BEI per 1,25 miliardi di euro e il secondo con CEB per 300 milioni di euro – per attuare il Piano di edilizia scolastica 2018-2020 del MIUR.

 

Nuovo social bond

Per sostenere il settore, a marzo 2019, CDP ha arricchito la propria raccolta emettendo un social bond del valore di 750 milioni di euro collocato presso investitori istituzionali e volto al finanziamento di interventi di edilizia scolastica e riqualificazione urbana, con focus particolare sulla sicurezza.

 

Fondi pubblici

Oltre alle risorse proprie impiegate a supporto del settore, CDP, nel periodo 2010-208, ha gestito oltre 600 milioni di euro di fondi pubblici destinati alla realizzazione e all’ampliamento di alloggi, residenze universitarie e anche a progetti di efficientamento energetico e di sicurezza antisismica di edifici scolastici.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *