• Articolo Londra, 26 luglio 2017
  • Contro il NYMBY la nuova centrale nucleare Moorside sputerà arcobaleni

  • Nuove proposte paesaggistiche cercano di abbellire la futura centrale nucleare di NuGen. La più curiosa? Quella di One Creative Environments con le sue due torri fabbrica-arcobaleni

Moorside

 

 

(Rinnovabili.it) – Se non puoi renderlo più economico o più sicuro, almeno fai che sia esteticamente attraente. Il nuovo progetto nucleare di Moorside, nella contea inglese di Cumbria, è in cerca di una veste che riabiliti l’immagine dell’energia atomica, scrollandosi di dosso qualsiasi protesta dal fronte NYMBY (not in my back yard, non nel mio giardino). E mentre nella nazione si continua a inciampare in una serie di problemi finanziari e normativi per la centrale di Hinckley Point C, NuGen – società che ha presentato i piani della Moorside Nuclear Power Station  – affida alla creatività di giovani architetti e design il compito di rendere il progetto socialmente più accettabile.

 

Il piano di NuGen,  filiale britannica di Toshiba, prevede di iniziare i lavori nel 2018 per poter accendere entro il 2024, tre reattori AP1000 per una capacità complessiva di  3.4 GW. Ci vorranno due anni solo per preparare il sito che sarà accompagnato da un piano paesaggistico ad hoc. Il Royal Institute of British Architects (RIBA) e il Landscape Institute hanno lanciato un concorso di progettazione per raccogliere le migliori proposte in tal senso. One Creative Environments ha battuto una fitta concorrenza piazzandosi nella lista dei primi cinque in lizza per la vittoria.

Il merito va al suo progetto “Discovery Park”, un lussureggiante parco verde che incorpora al suo interno (e camuffa) la centrale nucleare Moorside.

 

Moorside

 

La proposta di One Creative Environments richiede l’utilizzo di 13 milioni di metri cubi di terra di scavo e piante autoctone per la rimodellazione del paesaggio. Il futuro parco sarà scolpito intorno ai tre reattori, modellando colline, giardini e percorsi affinchè rappresentino visivamente i moti delle particelle e la scissione dell’atomo. Un centro scientifico all’aperto dovrebbe ospitare attività didattiche e mostre, affiancato da ampio anfiteatro dedicato ai concerti.

Ma la vera attrazione del progetto sono due grandi torri prismatiche di vetro in grado di utilizzare la luce e l’umidità atmosferica per creare nel cielo un arcobaleno continuo. Una vera e propria ciliegina sulla torta per Moorside che potrebbe così guadagnarsi qualche consenso in più con cui smorzare l’opposizione locale.

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *