• Articolo Milano, 16 aprile 2013
  • Il Catasto Energetico della Regione Lombardia conferma la crescita positiva degli edifici ad Energia Quasi Zero

    Lombardia: già 1000 gli edifici certificati in Classe A+

  • Dai 33 del 2011 ai 1.009 di oggi, crescono in positivo gli edifici della Regione Lombardia con certificazione energetica in Classe A+, avvicinandosi sempre più alle richieste UE ad “Energia quasi Zero”.

(Rinnovabili.it) – Hanno superato i 1.000 esemplari i green building costruiti in Lombardia e certificati in Classe energetica A+, confermando la costante crescita dell’interesse a favore dell’efficienza energetica e della riduzione dei consumi.

 

Una crescita notevole testimoniata direttamente dai dati CEER, Catasto Energetico Edifici Regionali, gestito da Finlombarda per conto della Regione Lombardia, che confermano la crescita degli ACE (Attestati di Certificazione Energetica) in Classe A+, dai 33 edifici certificati nel 2011  agli attuali 1.009.

Una categoria di edifici estremamente efficienti che garantisce un consumo energetico annuo inferiore ai 16 kWh/mq annuo, avvicinandosi moltissimo alle richieste imposte dalla Direttiva europea con la definizione di “Edifici ad energia quasi zero”. Nonostante il trend di crescita degli edifici certificati secondo le classi più efficienti, oltre la metà degli edifici presenti nel CEER, fanno parte della Classe G, un chiaro sintomo dell’arretratezza del patrimonio edilizio italiano.

 

Tuttavia la Regione Lombardia può vantare oggi oltre 6.200 classi A e circa 44.000 classi B, di cui la maggior parte (90%) appartenenti al settore abitativo residenziale, confermando la maggior concentrazione sul territorio di questi edifici nelle zone più popolate come Milano con il 25% dei casi, Brescia con il 21% e Bergamo con il 14%.

 

I 29 casi più virtuosi sono stati selezionati da Finlombarda, nelle sue funzioni di Organismo regionale di accreditamento per la certificazione energetica, con il contributo scientifico del Dipartimento BEST del Politecnico di Milano, e riportati nel volume “LombardiA+: l’edilizia a consumo quasi zero in Lombardia”, all’interno del quale hanno trovato posto le soluzioni tecnologiche e le scelte progettuali più innovative che hanno concorso a trasformare l’edificio in una Classe A o A+.