• Articolo Bologna, 19 ottobre 2012
  • In occasione dell’Assemblea Anci di Bologna

    CloudPeople, la piattaforma delle smart city che dialogano

  • Coinvolgere i cittadini attraverso l’ITC e dare valore al contributo congiunto di esperti e amministratori locali per la crescita urbana. Questo il cuore della nuova community sulle smart city

(Rinnovabili.it) – Il mondo dell’ITC è in grado di dare una mano importante nella configurazione di città sempre più attente ai concetti di “sostenibilità” e “intelligenza”. Per dimostrare le potenzialità e rendere i cittadini partecipanti attivi a questo cambiamento è stata attivata una sezione ad hoc in CloudPeople, l’innovativa piattaforma di Telecom realizzata per diffondere la cultura e la conoscenza del Cloud Computing nel nostro paese.

 

In occasione dell’Assemblea Anci Expo di Bologna, la community ha presentato la sezione dedicata al tema delle smart city con l’obiettivo d’aprire una riflessione sul rapporto tra tecnologia cloud e città del futuro. La piattaforma servirà a mettere a confronto idee, spunti innovativi, capacità ed esperienze di amministratori locali, aziende, enti pubblici e privati ed associazioni di categoria; i diversi stakeholders potranno infatti dibattere sulle prospettive di sviluppo futuro delle città ripensando ai servizi a partire dalle esigenze dei cittadini in fatto di mobilità, efficienza energetica ma anche welfare, turismo e commercio.

 

Per Paolo Testa, il direttore di Cittalia (uno dei protagonisti della presentazione di CloudPeople) “la piattaforma rappresenta un’ulteriore occasione per rilanciare il dibattito sulle smart city in Italia e un luogo aperto per la creazione di nuove partnership”. Questa nuova forma di dibattito verrà connessa alle modalità d’interazione già attivate nell’ambito dell’Osservatorio Smart City dell’Anci che contribuirà alla sezione della community attraverso la realizzazione di articoli sul tema e coinvolgendo sindaci e amministratori locali.