• Articolo Milano, 22 maggio 2012
  • Il progetto verrà presentato in anteprima in occasione di EIRE 2012 a Milano dal 5 al 7 giugno

    Come massimizzare il rendimento ottimizzando le prestazioni

  • Otto aziende leader del settore unite per “Green Building Project”, un nuovo approccio integrato che, attraverso qualità, efficienza e sostenibilità, permette di massimizzando la rendita economica.

(Rinnovabili.it) – Otto grandi aziende leader del setttore delle costruzioni per la prima volta insieme per migliorare la qualità degli edifici, aumentando il loro “Quoziente di intelligenza”. Un progetto assolutamente innovativo denominato “Green Building Project” che, attraverso un approccio integrato, fornirà gli strumenti necessari per ottimizzare l’efficienza energetica degli edifici, ridurre i costi operativi, aumentare il valore dell’immobile ed accrescere il tasso di occupazione.

La presentazione del progetto avverrà in occasione dell’evento milanese EIRE 2012 dal 5 al 7 giugno, quando le otto prestigiose aziende coinvolte, iGuzzini, Habitech, H&D Finance, Riello, Saint Gobain, Schneider Electric, Gruppo Tosoni e Uniflai, illustreranno direttamente come realizzare edifici sostenibili e ad alte prestazioni, in grado nello stesso tempo di massimizzare la rendita economica.

Lo scopo di “Green Building Projest” sarà quello di trasformare la progettazione edilizia secondo un approccio decisamente più integrato, coinvolgendo le nuove strutture e le riqualificazioni dell’esistente, proponendo soluzioni innovative a 360°, come la gestione dell’energia, l’illuminazione, il riscaldamento, i materiali da costruzione, i pavimenti tecnici, le facciate continue, con grande attenzione al tema delle certificazioni energetiche ed ambientalie, e senza tralasciare i possibili meccanismi di finanziamento.

Se fino ad oggi il principale freno alla riqualificazione energetica del comparto edile, era il costo dell’investimento iniziale o l’eventuale mancanza di riscontro immediato, l’approccio “sinergetico” del nuovo progetto, potrebbe rivoluzionarne gli approcci, ottimizzando il ritorno dall’investimento e massimizzando le qualità green dei progetti.