• Articolo San Francisco, 15 dicembre 2013
  • Attraverso il crowdfunding, SOAK spa è ora alla ricerca dei 146.000 dollari necessari

    Container riciclati per il Wellness urbano

  • Sarà quasi a consumo energetico ed idrico zero, il centro wellnes in piena San Francisco, immaginato dall’imprenditore Waters recuperando una serie di container navali

SOAK spa-Container riciclati per il wellness urbano

 

(Rinnovabili.it) – L’imprenditore Nell Waters sta tentando di raccogliere I fondi necessari per realizzare il primo centro wellness urbano autosufficiente all’interno di una serie di container navali recuperate.

 

L’originale progetto per il SOAK spa è stato realizzato dai designer dello studio Rebar ed immagina di inserire in qualunque area urbana disponibile della città di San Francisco, un vero e proprio “bagno pubblico urbano” completamente indipendente nella richiesta energetica ed idrica. Il centro wellnes sarebbe composto da container navali impilati e disposti attorno ad un cortile centrale, con tanto di sauna, servizi igienici, vasche idromassaggio spogliatoi.

 

 

Centro Wellness ad energia pulita

 

2-SOAK spa-Container riciclati per il wellnes urbano

 

L’acqua piovana sarebbe recuperate attraverso le coperture dei container coprendo la metà dei consumi idrici necessari alla struttura. Un sistema di fitodepurazione interno agli impianti permetterebbe di filtrare le acque grigie per riutilizzarle nell’irrigazione dei giardini, mentre i pannelli solari termici permetteranno di scaldare l’acqua per le aree wellness.

L’energia elettrica sarebbe prodotta dall’impianto fotovoltaico arrivando ad un bilancio tra consumi ed energia prodotta quasi azzerato per ridurre al minimo l’impatto della struttura sull’ambiente.