• Articolo Chandigarh, 3 dicembre 2012
  • La costruzione del condominio è iniziata giovedì sera concludendosi nelle prime ore di sabato

    Dalla Cina all’India: dieci piani eco-friendly in 48 ore

  • Due giorni per costruire 10 piani eco-friendly, capaci di resistere ad un terremoto di 9 gradi Richter. Il prossimo passo sarà il cinese “SkyCity”, il grattacielo più alto del mondo in poco più di 4 mesi.

(Rinnovabili.it) – Promessa mantenuta dalla società indiana Synergy Thrislington che in sole 48 ore è riuscita a costruire un palazzo di 10 piani. E’ la Cina ad aver aperto la strada all’insolita battaglia verso l’edificio “più alto nel minor tempo” grazie all’impresa realizzata dalla società c che in soli 15 giorni era riuscita a realizzare un hotel dal 30 piani con tanto di accorgimenti eco-friendly.

L’ultimo esemplare è stato invece realizzato in India a Mohali poco distante dalla città di Chandigarh, sulla base del progetto di Harpal Singh che, in poco meno di due giorni, ha eretto i dieci piani commerciali di  “InstaCon”. Anche in questo caso il segreto è nella prefabbricazione che ha permesso realizzare tutte le componenti necessarie alla costruzione durante i mesi precedenti, riducendo significativamente lo spreco di risorse, di materiale e di energia, abbattendo nello stesso tempo le emissioni di carbono richieste solitamente da un cantiere tradizionale. Nonostante la rapidità della costruzione, il progetto è testato  certificato dal Center for Industrial and Scientific Research, per resistere fino ad un terremoto pari a 9 gradi della scala Richter, dimostrando effettivamente la validità di un progetto di questo tipo.

 

L’attesa si riversa ora su “SkyCity”, ancora una volta progettato dalla società cinese BSB e  che in poco meno di 4 mesi promette di riuscire a realizzare, nella città cinese di Changsha, il grattacielo più alto del mondo (832m) battendo di 10 metri l’attuale primato della Burj Khalifa diDubai. I lavori dovrebbero iniziare questo mese, per concludersi entro marzo 2013.

 

Guarda il video della costruzione di “INSTACON”