• Articolo Seoul, 12 dicembre 2012
  • L'Energy Dream Center è nato dalla collaborazione tra la Municipalità di Seoul e il Fraunhofer Institute

    Dal Fraunhofer l’ultimo Zero Energy building di Seoul

  • Uno dei più importanti esempi di edificio ad energia zero della Corea del Sud, progettato secondo standard edilizi di alto livello ed alimentato esclusivamente da energia rinnovabile.

(Rinnovabili.it) – E’ stato inaugurato l’Energy Dream Center di Seoul, l’edificio ad energia zero commissionato dalla Municipalità di Seoul al Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems ISE, per sviluppare un progetto che punta a dimostrare la possibilità di applicare con successo le ultime innovazioni tecnologiche per l’efficienza energetica.

La particolare forma dell’involucro, elemento estremamente importante per assicurare il buon esito del progetto, è emersa dopo diversi mesi di sperimentazione che hanno visto lavorare fianco a fianco tecnici tedeschi e coreani arrivando, per esclusione, ad individuare il volume che meglio potesse rispondere alle esigenze.

Da questi ragionamenti è nata la particolare forma dell’Energy Dream Center, un prisma capovolto che massimizza l’illuminazione naturale diffusa attraverso le finestre a nastro che definiscono la facciata, schermando i raggi solari diretti grazie ad una serie di sporgenze marcapiano ed alla particolare inclinazione delle facciata. L’involucro edilizio annulla completamente le dispersioni termiche grazie alla qualità dei pacchetti murari mentre l’integrazione con gli impianti ad energia rinnovabile consente di raggiungere effettivamente l’obiettivo “Energia Zero”. La climatizzazione dell’edificio avviene principalmente grazie alle due sonde geotermiche che assicurano caldo d’inverno e fresco d’estate. Grazie all’impiego di una pompa di calore e di un sistema di ventilazione e deumidificazione per il recupero del calore di scarto, questo edificio è in grado di abbattere i consumi per il riscaldamento ed il raffrescamento di circa il 70% rispetto alle costruzioni tradizionali di pari dimensione della Corea del Sud.

La richiesta energetica annuale è rifornita esclusivamente grazie alle fonti rinnovabili, a partire dal già citato impianto geotermico al quale si aggiunge il sistema fotovoltaico sia di copertura che a terra, arrivando complessivamente ad una produzione di 280.000 kWh/anno. L’attività della Fraunhofer tuttavia non termia con il completamento dell’edificio, ma proseguirà nel tempo per mantenere costantemente monitorati i consumi e le prestazioni dell’edificio. Oltre ad essere internazionalmente riconosciuto quale Net Zero Energy Building, il DREAM Center ha ricevuto il riconoscimento della Korean Green Building Certification e la certificazione Building Energy Efficiency Label.