• Articolo Cagliari, 31 maggio 2012
  • Il progetto degli arch. Marinella Cogodda e Giaime Cabras si è aggiudicato il premio Ecoluoghi 2011

    L’ECOcasa Panoramica adatta a tutti i climi

  • Autonomia energetica, ecologia e velocità di costruzione per la casa in Classe A+ made in Sardegna, che garantisce alte prestazioni e pochi consumi a qualunque latitudine

(Rinnovabili.it) – Una costruzione in classe A+, indipendentemente dalla zona climatica in cui viene collocata. Non è un sogno, ma la realizzazione di due giovani architetti italiani, Marinella Cogodda e Giaime Cabras che con il progetto della “Casa Panoramica”, si sono aggiudicati il prestigioso Premio “EcoLuoghi 2011”, promosso dall’associazione Mecenate 90 e dal Ministero dell’Ambiente.

Ecologia, carbon free, autosufficiente e smontabile, la costruzione della prima Casa Panoramica sarà affidata all’altrettanto giovane imprenditore Marco Bittuleri, per dar vita ad una strutture capace di coniugare elevate prestazioni energetiche e semplicità costruttiva. In soli 25 giorni la casa è pronta per essere abitata, la velocità di costruzione è garantita dalla precisa prefabbricazione di tutti gli elementi che compongono l’edificio, a partire dalla stessa struttura in pannelli multistrato X-LAM provenienti unicamente da silviculture sostenibili.

Ma ciò distingue la Casa Panoramica e che le è valso il prestigioso riconoscimento EcoLuoghi, è la capacità di adattarsi a qualunque latitudine e zona climatica mantenendo inalterate le sue prestazioni in classe A+. L’elevato isolamento termico naturale dell’involucro, l’accurata progettazione bioclimatica e l’orientamento ottimale, permettono alla Casa Panoramica di mantenere un fabbisogno energetico molto basso completato dalla dotazione impiantistica alimentata quasi esclusivamente da fonti rinnovabili.

Pannelli fotovoltaici in copertura per i consumi elettrici, solare termico per il fabbisogno di acqua calda sanitaria, brise soleil e serra bioclimatica per tenere sotto controllo il microclima interno, un impianto geotermico affiancato ad una pompa di calore e ai pannelli radianti a pavimento arricchiscono la struttura, assicurando una climatizzazione del tutto naturale, inoltre un sistema di raccolta dell’acqua piovana permetterà ai futuri inquilini della Casa Panoramica di ridurre gli sprechi idrici, riutilizzando l’acqua immagazzinata per l’irrigazione o per i wc.

Bassi consumi energetici, bassi i costi di realizzazione e grande valore made in Italy, per la Casa Panoramica che sancisce il grande impegno per una progettazione intelligente destinata all”abitare sostenibile”.