• Articolo Chicago, 16 aprile 2013
  • Si chiama LIMBO il robot da eco-design ideato da Elliot Cohen

    Arriva il primo aspirapolvere senza fili alimentato dai rifiuti

  • Eco design virtuoso: il segreto del robot Limbo è l’Elettrolisi microbiologica, il processo che gli permette di “compostare” la sporcizia raccolta, trasformandola in energia elettrica per il funzionamento.

(Rinnovabili.it) – Casa Sporca? E’ arrivato Limbo, un aspirapolvere degno del miglior eco design che elimina completamente il problema di fili e batterie, auto-alimentandosi con la sporcizia raccolta.

 

Costruito per celebrare i 25 anni della società Casabella, la creatrice del magico prodotto eco design, Limbo mette in pratica il semplice processo di elettrolisi microbiologica ovvero sfrutta l’energia dei batteri per alimentarsi. La forma doppio cilindro del robot aspirapolvere e le particolari ruote a “nido d’ape”, gli permettono di arrampicarsi e spostarsi liberamente per la casa, comprimendo o espandendo la propria forma a seconda delle esigenze.

Dopo aver aspirato polvere e sporcizia, il tutto finisce nel serbatoio centrale, che potrebbe essere tranquillamente paragonato allo “stomaco” del robot, dove avviene il compostaggio e la trasformazione dei batteri in energia elettrica.

Niente cavi e niente batterie per Limbo, ideato dal designer Elliot Cohen, il primo aspirapolvere sostenibile autolimentato.