• Articolo Antigua, 27 luglio 2015
  • Dai rifiuti nascono le scuole sostenibili low-budget

    Ecobricks: da bottiglie di plastica a mattoni di riciclo

  • L organizzazione Hug It Forward di Susana Heisse realizza scuole green con mattoni sostenibili realizzati riempiendo bottiglie usate di rifiuti non biodegradabili

Ecobricks: da bottiglie di plastica a mattoni sostenibili

 

(Rinnovabili.it) – Quello dell’Associazione Hug It Forward di Susana Heisse è un progetto sostenibile da moltissimi punti di vista: il  recupero di rifiuti che altrimenti finirebbero in discarica serve a creare mattoni sostenibili che danno vita a scuole green  in Sudamerica.

Ad oggi la fondazione ha costruito 61 scuole in 69 mesi servendosi di bottiglie di plastica riempite di rifiuti che altrimenti sarebbero finiti in discarica. Questi mattoni sostenibili servono da tamponature tra i pilastri in calcestruzzo armato ed una volta intonacate e pitturate le pareti di Ecobricks sono del tutto identiche a quelle tradizionali, se non per il costo.

Infatti questa tecnica oltre ad essere sostenibile è anche vantaggiosa dal punto di vista economico, basti pensare che ogni classe ha un costo complessivo di circa 6.500 dollari – meno di 6000 euro- . Grazie all’economicità di questa tecnologia anche i paesi in via di sviluppo riescono a auto costruire edifici scolastici green coinvolgendo tutta la comunità, che si impegna a riempire le bottiglie di rifiuti e ad aiutare nella costruzione.

Aiutare a realizzare la propria scuola con materiali recuperati insegna ai bambini i valori di sostenibilità e l’importanza del riciclo in modo pratico e divertente, facendoli sentire utili per lo sviluppo ecocompatibile del proprio territorio.

 

Come vengono create le pareti di mattoni sostenibili Ecobricks

Si inizia realizzando gli Ecobricks, i mattoni sostenibili vengono realizzati riempiendo le bottiglie con rifiuti non biodegradabili che altrimenti finirebbero in discarica. Una volta ottenuti tutti gli elementi base necessari, si impilano nella cavità tra due reti metalliche – quelle che solitamente si utilizzano nei pollai –. Quando la parete è pronta si riveste di cemento, intonaco e pittura arancio per renderla del tutto simile ad un parete in mattoni tradizionali. La plastica intrappolata nel pacchetto della tamponatura migliora notevolmente  le prestazioni dell’involucro edilizio, contribuendo al comfort interno delle aule.

 

Ecobricks: da bottiglie di plastica a mattoni sostenibili

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *