• Articolo Princeton, 2 maggio 2013
  • Il WIDC dovrà essere completato entro 16 mesi con una spesa di circa 25 mln di dollari

    L’edificio in legno più alto del Nord America

  • Progettato dall’arch.Green il Wood Innovation Design Center, un edificio in legno di 27,5m, sarà costruito unicamente con legnami e materiali locali, abbattendo così l’impronta di carbonio della struttura.

 

(Rinnovabili.it) – Sta per partire la costruzione del più alto edificio in legno del Nord America, il Wood Innovation Design Center (WIDC), progettato dall’architetto Michael Green per la città di Prince George in Britisch Columbia (Canada).

 

Il nuovo edificio in legno per la Wood Innovation Design Center rappresenta il cavalli di battaglia della British Columbia, leader nella costruzione e realizzazione di strutture in legno ad alte prestazioni ed ovviamente di provenienza certificata.

L’edificio progettato dell’architetto Michael Green raggiungerà un’altezza di 27,5 metri, attenendosi rigidamente alle limitazioni imposte dalla norma locale, ed una volta ultimato accoglierà diversi uffici statali, una sezione universitaria, spazi espositivi ed una galleria pubblica posta al piano terra.

 

 

Il progetto

 

 

Il Wood Innovation Design Center sarà un edificio in legno di sette piani, realizzato con un sistema costruttivo che si discosatra leggermente dalla tradizione deche si differenzia leggermente dalla tradizionale. Per realizzare il WIDC infatti non sarà impiegato il classico sistema a pannelli portanti lamellari Cross-Laminated Timber (conosciuto come X-LAM), ma un sistema a fascio di travi lamellari unitamente ad un supporto per il pavimento in Mass Timber Panels (MTP), una tecnica costruttiva ideale per lgi uffici, dove è richiesta una maggiore flessibilità ed apertura degli spazi.

 

Il legno impiegato proviene esclusivamente da foreste locali appositamente riservate a questo scopo, tra cui l’abete di Douglas, il cedro, l’hemlock, il pino e l’abete rosso.

Secondo i progettisti la scelta di realizzare questo edificio in legno anzichè in cemento permetterà di ridurre l’impronta di carbonio dell’edificio per un quantitativo di CO2 pari alle emissioni di 500 auto.

 

Il sistema costruttivo in legno e la modularità della facciata, permetterà di aprire ampie vetrate inondando gli interni di luce naturale, mentre la scelta di un vetro basso emissivo e di un sistema di frangisole in legno permetterà di ridurre il guadagno solare.

 

La costruzione dell’edificio in legno per la WIDC dovrebbe terminare entro un massimo di 16 mesi con  una previsione di spesa di circa 25 mln di dollari.

 

 

La scelta di abbandonare il cemento a favore della costruzione di edifici in legno, sta riscuotendo sempre maggior successo tra i progettisti e di costruttori più attenti all’ambiente. Uno dei più importanti traguardi raggiunti dal settore delle costruzioni in legno è sicuramente rappresentato dal condominio Fortè Living in Australia, per il momento l’edificio in legno più alto al mondo.