• Articolo Vancouver, 3 ottobre 2016
  • Edilizia in legno, 18 piani di LEED Gold per il campus di Vancouver

  • Solo 70 giorni per realizzare l’edificio in legno più alto al mondo: da settembre 2017 gli alti standard costruttivi di Brock Commons ospiteranno 400 studenti canadesi

Edilizia in legno, 18 piani di LEED Gold per il campus di Vancouver

 

(Rinnovabili.it) – Ha bruciato letteralmente i tempi la realizzazione della residenza universitaria Brock Commons, l‘edifico in legno più alto del mondo. La struttura – 18 piani per un’altezza complessiva di 53 metri – è stata progettata dallo studio Acton Ostry Architects per ospitare 400 studenti dell’Università della British Columbia, a Vancouver, a partire da settembre 2017. I lavori di realizzazione dello scheletro e della facciata in legno si sono rivelati però molto più brevi del previsto: una volta consegnati i componenti prefabbricati, l’edificio è stato completato in soli 70 giorni, risparmiando ben 4 mesi rispetto ad un progetto “tradizionale”.

 

Brock Commons riprende lo stile modernista che fa da filo conduttore all’architettura del campus, ma lo declina nella solidità e semplicità estetica caratteristica dell’edilizia in legno. La modularità e l’impiego dei pannelli in legno lamellare a strati incrociati (CLT) sono i punti forti di un edificio che punta contenere l’impatto sull’ambiente mantenendo alti gli standard costruttivi.

L’ossatura dell’immobile è stata realizzata a partire da una base in cemento e due nuclei verticali in calcestruzzo, attraverso strati incrociati di legno massiccio integrati con materiale isolante naturale. E naturale è anche la facciata, costruita con 22 pannelli in fibra di legno al 70 per cento, resine termoindurenti e cornici di acciaio I CTL sono ottenuti esclusivamente con tavole di abete a strati incrociati incollati tra loro o tenuti insieme da viti di legno. Il loro impiego tutto sommato recente in architettura si deve grazie alla capacità di unire prerogative ambientali a quelle strutturali sono resistenti e dimensionalmente stabili con ottime qualità di resistenza al fuoco.

 

La realizzazione – i lavori si stanno concentrando ora sugli interni – dovrebbe costare circa 51,5 milioni di dollari di cui 47 milioni finanziati direttamente dall’Università canadese. Essendo il primo progetto del suo genere nel Paese, ha comportato un costo iniziale più alto legato all’innovazione, che ha richiesto finanziatori esterni quali la provincia di British Columbia e la Natural Resources Canada.

A regime l’edifico dovrebbe ottenere la classe Gold del LEED, lo standard di certificazione energetica e sostenibilità più diffuso al mondo.

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *