• Articolo Varese, 24 giugno 2013
  • Sarà la nota azienda Rubner Objektbau a realizzare le architetture della "Residenza Albori"

    Edilizia in legno: un nuovo ecoquartiere per il Lago Maggiore

  • Sarà lo storico borgo di Laveno Mombello sulle rive del Lago Maggiore, lo scenario prescelto per accogliere il nuovo ecoquartiere in Classe A+ progettato secondo i principi dell’edilizia in legno.

 edilizia in legno- Rubner(Rinnovabili.it) – L’edilizia in legno potrà vantare un nuovo esclusivo progetto made in Italy, grazie alla costruzione di un nuovo esclusivo ecoquartiere sulle sponde del Lago Maggiore, realizzato con materiali naturali e con il minimo dispendio di energia primaria.

 

Le tre bioarchietture, splendido esempio di edilizia in legno, saranno costruite all’interno dell’ecoquartiere “Residenza Albori”, affacciate sul piccolo porto di Laveno Mobello, uno dei borghi storici più importanti della zona, e porterà la firma nientemeno che del gruppo Rubner Objektbau.  L’articolata operazione immobiliare, coordinata dallo studio milanese “Oneworks“, permetterà di riqualificare  anche gli spazi urbani esterni, articolando le tre bioarchitetture con nuovi giardini, terrazzi e pergole costruite secondo i principi dell’ecosostenibilità.

 

Tutti gli edifici della Residenza Albori saranno realizzati nel rispetto dei massimi standard dei moderni criteri di contenimento energetico in linea con la classe A+CENED della Regione Lombardia.

 

Il sistema costruttivo: l’edilizia in legno

edilizia in legno- Rubner

 

La struttura portante delle tre bioarchitetture sfrutterà le potenzialità dell’edilizia in legno per rendere le abitazioni ecocompatibili, salubri, sicure e soprattutto confortevoli. Sopra ad un sistema massiccio in calcestruzzo armato, saranno organizzate le strutture verticali costituite da telai portanti in legno massello o bilama, con eventuali inserimenti di pilastri puntuali nel medesimo materiale.

L’orientamento ottimale nord/sud permetterà di sfruttare il calore diretto del sole nella stagione fredda, generando una circolazione naturale dell’ariua per la differenza di temperatura, durante le stagioni più calde.

Schermature solari, tetti giardino, finiture lignee, fotovoltaico e solare termico, completeranno il quadro ecosostenibile delle nuove bioarchitetture in legno per l’ecoquartiere Residenza Albori.