• Articolo Roma, 20 febbraio 2012
  • Fiducia nella ripresa, nonostante il calo del settore nel primo semestre del 2012

    Edilizia: riqualificazione energetica contro la crisi

  • La ripresa del settore edile avverrà grazie alla riqualificazione energetica: quanto affermato in un’indagine ROS, illustrata durante la presentazione di Expoedilizia.

(Rinnovabili.it) – Sarà un anno di transizione il 2012 per il settore delle costruzioni, da ormai diverso tempo protagonista di un periodo di crisi. A rivelarlo è un’indagine commissionata da ROS, società partecipata dalla Fiera di Roma e Senaf, in occasione della presentazione della quinta edizione di Expoedilizia in scena a Roma dal 22 al 25 marzo. Dal rapporto emerge che le difficoltà economiche registrate nel 2011, dal 59,8% delle imprese di costruzioni, vedrà un ulteriore calo durante il primo semestre dell’anno in corso; nonostante ciò il comparto edile non perde la speranza ed identifica nel 2012 l’anno iniziale della svolta. Per il 40,5% dei costruttori intervistati per l’indagine ROS, quest’anno sarà sarà l’anno fondamentale per porre le basi che porteranno al superamento della crisi, mentre il 3,3% si aspetta già da quest’anno una ripresa.

Al primo posto dei fattori determinati per la ripresa del settore, è stata identificata la riqualificazione energetica degli edifici: per il 20,6% infatti questa variabile è determinante ed il 56,8% identifica nella classificazione energetica degli immobili un aspetto sempre più importate come conseguenza della diffusione sempre maggiore della cultura della sostenibilità ambientale.

Il 67,8% delle aziende ha dichiarato di aver eseguito nel 2011 interventi di riqualificazione o ristrutturazione per conto dei propri clienti, apportando migliorie alle strutture sotto il profilo dell’efficienza energetica: coibentazione (55,5%), sostituzione infissi (29,2%), installazione  di pannelli fotovoltaici o solari termici (23,6%), sono state le richieste più spesso ricevute.

Una consistente fetta di intervistati, il 15,6%, ha infine dichiarato che il fattore “green”, sarà uno strumento indispensabile per diversificare la propria attività e rendersi più competitivi sul mercato allargando la propria offerta con servizi legati alle fonti energetiche alternative.

Non resta che attendere la nuova edizione di Expoedilizia, per verificare con mano i progressi del settore e le proposte attese per il nuovo anno.