• Articolo Londra, 8 luglio 2015
  • Dall'ingengeria biomimetica

    Facciate intelligenti: quella che si chiude a contatto con l’acqua

  • Le facciate intelligenti di Chao Chen copiano il funzionamento della pigne per proteggere gli ambienti interni in caso di pioggia senza consumare elettricità

Facciate intelligenti: quella di Chao Chen si chiude a contatto con l’acqua

 

(Rinnovabili.it) – L’ultimo arrivato nella famiglia delle facciate intelligenti è l’elegante rivestimento disegnato dal product designer cinese Chao Chen.

Questa facciata biomimetica ha copiato il funzionamento dalle pigne, che si aprono in ambiente secco e si chiudono per proteggere i pinoli quando piove, per aumentare le prestazioni delle facciate.

Ingegneria della natura, funzionalismo ed estetica si fondono in un materiale sorprendente che in maniera del tutto naturale e sostenibile senza elettricità permette agli edifici green di migliorare le proprie caratteristiche senza aumentare i consumi.

 

Facciate intelligenti: quella di Chao Chen si chiude a contatto con l’acqua

 

Le facciate intelligenti Water Reaction

La facciata Water Reaction di Chao Chen permette il passaggio di aria e luce quando il clima è favorevole e protegge gli ambienti interni da acqua ed umidità in caso di pioggia senza consumare neanche un kilowattora. Questo perché le lamelle di cui è composta sono in grado di misurare il livello di umidità e cambiare forma automaticamente.

Facciate intelligenti: quella di Chao Chen si chiude a contatto con l’acquaLe piastrelle in laminato water reacting riescono a capire autonomamente quando inizia a piovere e senza nessun controllo dall’esterno schermano la facciata per evitare il passaggio dell’acqua e si aprono per far splendere il Sole all’interno nei giorni sereni.

Nelle città molto piovose il funzionamento è inverso: quando piove le facciate intelligenti si aprono per permettere l’ingresso della luce solare, nei giorni di Sole invece le piastrelle schermano il prospetto per evitare il surriscaldamento degli ambienti interni.

I piccoli esagoni con i raggi che dal centro collegano gli angoli si aprono automaticamente diventando forme composte da tre rombi accostati, che abbelliscono la facciata con un disegno minimalista dal sapore orientale.

Chao Chen ha usato la stessa tecnologia delle facciate intelligenti per creare un valido strumento per giardini e pareti verdi; un indicatore che cambia forma e colore in base al grado di umidità del terreno per aiutare i manutentori a capire se è il caso di innaffiare o meno le piante.